Banner Top
Banner Top

Bilancio, le minoranze sono pronte a dire no

Minoranza compatta in vista del consiglio comunale in  programma oggi alle 9 con al centro del dibattito il bilancio di previsione 2016.

Il documento contabile approda in aula con alcuni mesi di ritardo sulla tabella di marcia e solo dopo la diffida del Prefetto di Chieti, Antonio Corona.

L’opposizione, che sabato  scorso, giornata di prima convocazione dell’assise (andata deserta per mancanza del numero legale), era  in buona parte presente nella sala consiliare, ne ha approfittato per discutere dei punti all’ordine del giorno e per cercare di individuare una linea comune. Si prevede una seduta molto “calda”.

Abbiamo colto l’occasione per confrontarci su varie questioni legate al bilancio, un documento vergognoso, pensato male e redatto peggio su cui ci esprimeremo ufficialmente oggi”,  spiega Ludovica Cieri (Movimento 5 stelle), “ma anche  al tipo di opposizione costruttiva, ma inflessibile che siamo tenuti a fare e che così intendiamo svolgere. Inoltre abbiamo dato un altro segnale ben preciso di cambiamento. Infatti, le opposizioni, prive da anni di uno spazio sancito dallo statuto comunale ma non garantito, che dovrebbe servire per incontri di lavoro tra consiglieri e l’ascolto dei cittadini, su nostra iniziativa hanno inteso riappropriarsi di quello spazio originariamente attribuitogli e poi ingiustamente e beceramente declinato a magazzino e sala fumatori. Un diritto da anni negato, che con una ufficiale richiesta del M5S presto tornerà nella disponibilità prevista, imponendo al Comune il ripristino di quella sala restituendola a tutta la minoranza, che tornerà ad avere un luogo nel quale poter operare.  Ripristiniamo le regole. Da subito”.

Nel frattempo riflettori puntati sul bilancio di previsione predisposto durante la precedente amministrazione guidata dal sindaco Luciano Lapenna. Anche in questo caso le opposizioni hanno avanzato una serie di proposte attraverso alcuni emendamenti che sono stati sottoposti, in via preliminare, al vaglio del Collegio dei revisori, chiamato ad esprimere il loro parere su quegli emendamenti che comportano modifiche agli equilibri di bilancio. Ne sono stati presentati 16, di cui 10 da parte di Guido Giangiacomo (Forza Italia), 3 a firma di Alessandro D’Elisa (gruppo misto) e  3 da parte del gruppo consiliare pentastellato (Cieri e Dina Carinci).

Gli altri 19 punti in discussione sono la costituzione dei gruppi consiliari e la designazione dei capigruppo, la nomina delle Commissioni permanenti, tra cui quella di vigilanza, definizione indirizzi per la nomina, la designazione e la revoca da parte del sindaco Francesco Menna dei rappresentanti del Comune presso enti, aziende ed istituzioni e  le linee programmatiche di governo (azioni e progetti da realizzare nel corso del mandato 2016-2021).

Il Consiglio Comunale sarà in diretta streaming su www.comune.vasto.ch.it.

      Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.