Banner Top
Banner Top

Distretto sanitario di base a San Salvo, il PD accusa il centrodestra e scoppia il caso Olivieri

Le cronache locali parlano di una conferenza stampa di questa mattina piuttosto all’attacco che sulla difensiva in merito a quella tenuta dal Partito Democratico sansalvese a seguito di una iniziativa analoga organizzata dall’Amministrazione di centrodestra, con a capo il sindaco Tiziana Magnacca e il presidente del Consiglio comunale Eugenio Spadano, qualche giorno fa dinanzi al Distretto sanitario di base di viale De Gasperi per denunciarne le disfunzioni, la latitanza dell’assessore regionale alla Programmazione sanitaria Silvio Paolucci dinanzi agli impegni assunti, l’imminente chiusura del Cup distrettuale per l’assenza dell’unico impiegato per due settimane di ferie.

In assenza proprio di Paolucci è toccato al suo segretario Francesco Menna e al coordinatore territoriale del vastese Gennaro Luciano, affiancati dai consiglieri comunali Arnaldo Mariotti e Luciano Cilli, pronunciare le arringhe difensive sull’operato dell’assessore, ma anche gli atti d’accusa verso il centrodestra.

Leggendo le cronache locali, dunque, i punti nodali sono stati che il CUP non subirà alcuna chiusura, almeno nelle parole proprio di Menna, che, però, ha omesso o dimenticato di chiarire come verrà scongiurata tale eventualità.
Sugli altri disservizi ci si è limitati a contrattaccare ricordando che sono frutto delle scelte di Francesco Zavattaro e del governo regionale di centrodestra, ma era stato Silvio Paolucci a prendere impegni precisi per la soluzione alle criticità rilevate entro 15-20 giorni mica altri.

Insomma, tra il dire e il non dire, a leggere bene quanto è stato scritto, qualcosa di esplicito è esploso, ovvero la pesante presa di posizione del PD sansalvese contro Mario Olivieri.

Il consigliere regionale di Abruzzo Civico, nonché presidente della commissione Sanità dell’Emiciclo, era stato chiamato in causa dall’Amministrazione comunale sansalvese che ne aveva parlato in termini di sostenitore della causa, una posizione che i democrat non vogliono più tollerare dopo le battaglie che lo stesso Olivieri ha condotto in difesa dei punti nascita e dei tagli all’ospedale di Atessa e via discorrendo.

Luciano ha annunciato che chiederà spiegazioni al presidente D’Alfonso perché un componente la maggioranza non può assumere posizioni così antitetiche rispetto al resto della coalizione.

Alla fine, Menna e Luciano hanno chiesto qualche giorno di attesa per la soluzione dei problemi al CUP e per altri disservizi (intanto, però, sono passati ben 50 giorni dalle promesse fatte da Paolucci, altroché 15-20) e annunciato l’imminente apertura della lungodegenza all’ospedale di Vasto (annunciata dall’assessore nella Sala del Gonfalone udite un po’ il 28 marzo scorso, 83 giorni orsono).

L. S.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.