Banner Top
Banner Top

L’Ospedale abbandonato a se stesso. Tagliente: “Radiologia rischia la chiusura”

È forte la denuncia dell’ex sindaco di Vasto, Giuseppe Tagliente, su un nuovo caso che rischia di coinvolgere l’ospedale S. Pio da Pietrelcina. Infatti, dopo aver sollevato le questioni del depotenziamento del laboratorio di analisi e del servizio di audiometria, Tagliente alza il velo sulla situazione dell’UOC di Radiologia.

Dopo aver messo nel mirino più volte il direttore generale della Asl, Francesco Zavattaro, l’ex presidente del Consiglio regionale stavolta punta il dito anche contro l’Amministrazione comunale affermando “Degrado, abbandono e sconforto. Uso queste tre parole per descrivere telegraficamente la situazione in cui versa la nostra Città. Uno degli esempi più calzanti di questa decadenza, che purtroppo sembra non generare più neanche un minimo di reazione, viene fornito dall’ospedale Vastese, rimasto completamente orfano di tutele e di sponsor, a cominciare dalla stessa amministrazione comunale pur politicamente omologa con quella regionale”.

Tornando nel merito della denuncia pubblica, Tagliente dice: “l’ultima delle sopravvenute necessità del nostro nosocomio riguarda la Uoc di Radiologia, un servizio strategico, ritenuto fondamentale per il buon funzionamento dell’intera struttura sanitaria. Da informazioni assunte risulterebbe che l’organico del personale medico del predetto servizio è ridotto talmente al lumicino da non essere più in grado di sopportare i regolari turni lavorativi, che pure hanno consentito di espletare nell’ultimo anno oltre sessantamila esami e di far fronte efficacemente ad un aumento di richieste derivante dalla chiusura degli ospedali dell’hinterland e del vicino Molise”.

Ancora una volta monta il timore che possa essere grigio il futuro dell’Unità operativa complessa, il che porta Tagliente a dire “la prospettiva che si profila è dunque quella della chiusura della Uoc, se non verrà subito implementato il numero dei medici. Per impedirla mi limito per il momento a richiamare l’attenzione delle Autorità comunali, delle Forze politiche, dei nostri rappresentanti ai vari livelli (ve ne sono ancora?) e dell’opinione pubblica, sperando che si levi una corale disapprovazione nei confronti della Direzione Generale della Asl per questa persistente distrazione nei confronti dell’ospedale vastese”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.