Banner Top
Banner Top

Rifiuti, tassa non pagata per intero: verifiche negli studi professionali di Vasto

Verifiche porta a porta e controlli incrociati per scovare chi non è in regola con la Tari, la tassa sui rifiuti. Sono centinaia gli studi professionali (dentisti, avvocati, notai, commercialisti, architetti, ingegneri, consulenti del lavoro,  etc) che saranno oggetto di accertamenti da parte della polizia locale. Il piano “anti-evasione” messo a punto dall’amministrazione comunale passa attraverso l’incrocio di migliaia di dati che consentirà di ottenere con estrema precisione l’elenco dei professionisti che non versano le somme dovute  o che ricorrono ad alcuni escamotage.

“Uno dei più diffusi è aprire lo studio in locali che figurano come utenza domestica, cioè civile abitazione e quindi soggetti al pagamento di una Tari ridotta”, spiega l’assessore ai tributi, Gabriele Barisano, “i controlli della polizia locale consistono nel verificare se i locali dove  viene svolta la libera professione sono catalogati come utenza domestica. In quel caso i professionisti vengono convocati in Comune e invitati a regolarizzare la propria posizione”.

I primi controlli della polizia locale hanno riguardato quaranta studi medici.

Il “piano anti-evasione” messo a punto dall’amministrazione non riguarda solo la Tari. Sono stati intensificati i controlli anche sul pagamento del canone unico patrimoniale (ex Tosap), la tassa per l’occupazione di suolo pubblico e la pubblicità.   

Il canone unico patrimoniale, entrato in vigore nell’anno 2021 in sostituzione della Tosap ed Icp (imposta sulla pubblicità ndc), ha fatto registrare negli ultimi anni un incremento costante nelle casse comunali”, fa sapere  Barisano, “nell’anno 2023 l’incasso è stato superiore a 1.300.000 euro, dovuto al fatto che sono stati intensificati i controlli sul territorio ed è stata intrapresa  un’ azione decisa sul rispetto delle regole. L’abusivismo in alcuni settori economici, quali i pubblici esercizi e le attività edili,  è più presente,  mentre tra i privati si riscontra maggiormente il mancato pagamento dei passi carrabili.  Per l’anno in corso  i controlli saranno ancora più efficaci, in concerto con gli uffici preposti, cioè il  Patrimonio e il Comando di polizia locale, con la rimozione, anche immediata, di tutte le occupazioni abusive come previsto nei regolamenti. Si tratta di un atto dovuto alla cittadinanza, in quanto il suolo pubblico è un bene comune, e agli operatori che rispettano le regole. Inoltre da mesi è in atto il censimento su tutto il territorio comunale, invito pertanto  i contribuenti a sanare quanto dovuto. Se tutti versano il dovuto, possiamo garantire dei servizi più efficienti e magari iniziare a ragionare sulla riduzione di alcuni tributi”, conclude l’assessore.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

 

 

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com