Banner Top
Banner Top

Vasto, ridistribuzione delle deleghe, crono programma e cambio di presidenza

Ridistribuzione delle deleghe, crono programma e presidenza del consiglio comunale. Le forze politiche di maggioranza dettano l’agenda politica al sindaco Francesco Menna che, nel giro di qualche mese, potrebbe rimettere mano  agli incarichi assessorili. Non un rimpasto di giunta, come pure qualche alleato del centrosinistra avrebbe auspicato anche in virtù della mutata geografia politica all’interno dell’assise civica, ma una semplice rotazione delle deleghe chiesta con un documento su cui la maggioranza aveva avviato la discussione, ma che in seguito è stato “congelato”.

La ridistribuzione degli incarichi assessorili, sicuramente più probabile, non vede contrario il primo cittadino che in più di una occasione si è mostrato possibilista, sbarrando però la strada al rimpasto di giunta.

Insomma, gli assessori restano gli stessi, ma ad una condizione, cioè che si dia una accelerata all’azione politico-amministrativa in quest’ultimo scorcio di mandato e in vista delle elezioni comunali del 2021.

I primi a chiedere un “cambio di passo” nei mesi scorsi erano stati Maria Molino  e Giovanna Paolino della lista civica di matrice socialista “Avanti Vasto”, che nel sollecitare una maggiore incisività dell’azione amministrativa, avevano proposto di inserire tre importanti temi nell’agenda politica: il piano demaniale, la riqualificazione del Terminal Bus di via Conti Ricci e l’ampliamento del cimitero comunale.

Più recente la presa di posizione del Pd – partito in cui milita il sindaco Menna – che, senza tanti perifrasi, ha invocato un’accelerazione su alcuni punti, uno dei quali – l ‘indizione del bando per l’assegnazione delle nuove concessioni demaniali previste nel piano spiaggia – è stato approvato di recente in consiglio comunale.

L’agenda politica è fitta. Sul piatto della bilancia della coalizione di centrosinistra non ci sono solo la ridistribuzione delle deleghe assessorili e il crono programma, ma anche la presidenza del consiglio comunale, incarico ricoperto dal febbraio del 2018 da Mauro Del Piano dopo l’ingresso in giunta di Giuseppe Forte.

Attorno all’esponente di “Patto con Vasto” la maggioranza ha fatto quadrato nelle scorse settimane,  bocciando la mozione di sfiducia presentata da nove consiglieri dell’opposizione, che hanno accusato Del Piano di non essere “super partes” e di non rispettare il regolamento. Sembra, però, che l’attuale presidente del consiglio, che pure è riuscito a superare questo importante banco di prova,   non resti al suo posto. Voci insistenti danno per probabile una staffetta in virtù di un vecchio accordo siglato all’interno di “Patto con Vasto”ed in base al quale l’incarico passerebbe a Elio Baccalà. Pd permettendo.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.