Banner Top
Banner Top

Folta partecipazione al convegno sulla separazione dei coniugi

Si è svolto venerdì 6 aprile al Centro Servizi Culturali di Vasto l’incontro sul tema SEPARAZIONE: tra il dire ed il fare c’è di mezzo i figli. Promosso dall’associazione di promozione sociale e a tutela della famiglia PHANTA’SIA l’evento ha registrato una sentita partecipazione dei presenti, spesso coinvolti in prima persona e con dolorose esperienze sul delicato argomento.

Fabio Cieri (Psicologo, Psicoterapeuta) ha considerato come la separazione venga da lontano, da dinamiche che si innescano a livello inconscio. Il curare alcuni aspetti nell’arrivo di un figlio, come ad esempio non “dimenticare” il padre, può essere importante. Insomma si diventa genitori, ma non bisogna dimenticare di restare amanti.

Luana Pitturelli (Psicologa dell’età evolutiva) ha evidenziato le ferite, visibili e non visibili che una separazione può lasciare sui figli.

Incoronata Marinucci (Psicologa, Psicoterapeuta) ha sottolineato che si può decidere di non essere più coppia, ma si è genitori sempre. Quindi no alle guerre tra i due separati, ma un sano nutrirsi di pensieri buoni, con lo scopo di far bene ai propri figli.

Significativo il video che è stato proiettato: https://youtu.be/AN2v0ADEsZM

Nicola Artese (Avvocato) ha spiegato gli aspetti legali della separazione e delle controversie più frequenti tra i coniugi.

Valentina De Marco (Psicopedagogista) ha presentato le attività dei laboratori ludici-ricreativi dell’associazione Phantasia, sottolineando l’importanza dell’espressività delle emozioni attraverso il corpo.

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.