Banner Top
Banner Top

Jessica e Marco, c’è ancora speranza di trovarli vivi

 

Sono continuati tutta la notte i lavori dei soccorritori per estrarre le persone rimaste intrappolate sotto la valanga che ha colpito l’Hotel Rigopiano di Farindola. Un lavoro duro ed incessante, al buio e con le temperature che la notte scendono. Circa quaranta i tecnici del CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico), a fianco di SAGF (Soccorso Alpino GFD), Vigili del Fuoco e militari impegnati nei soccorsi.

Andremo avanti fino alla fine. Li tireremo fuori tutti, vivi e morti. Ci sono famiglie che aspettano ed attendono notizie”.  Così parlano i soccorritori.

Giampaolo Matrone, l’uomo estratto questa notte ha raccontato di essere stato mano nella mano con la moglie, Valentina Cicioni, fino a quando i vigili del fuoco lo hanno salvato. “Le stringevo la mano e le parlavo per tenerla sveglia perché volevo che rimanesse sempre vigile. La chiamavo, poi a un certo punto non l’ho sentita più e ho capito che mi stava lasciando”. Vicino a lui, Matrone ha raccontato di un’altra donna che non dava segnali di vita.

Tre i superstiti recuperati nella notte ed un’altro stamane all’alba. Due uomini e due donne: Vincenzo Forti, Giorgia Galassi, Francesca Bronzi e Giampaolo Matrone. Resta da recuparare l’ultima persona del gruppo di 5 superstiti individuato ieri pomeriggio. Una ventina le persone che ancora mancano all’appello. Tra queste anche Jessica Tinari ed il suo fidanzato Marco Tanda. Ma i soccorritori fanno sapere di sentire altre voci e si spera dunque che tra queste persone ci siano anche loro. Speranze di certo mai spente ma che con il passare delle ore, per voce degli stessi soccorritori, aumentano sempre più.

Salvi tutti e quattro i bambini presenti nella struttura al momenta della slavina. Questi i nomi di tutti i superstiti: Fabio Salzetta, dipendente dell’Hotel, Giampiero Parete, sua moglie Adriana e i loro due figli Gianfilippo e Ludovica; Edoardo, figlio di Sebastiano Di Carlo e Nadia; Samuel, figlio di Domenico Michelangelo e Marina Serraiocco; Giorgio Galassi, Francesca Bronze, Giampaolo Matrone, Vincenzo Forti e Stefano Feniello, in fase di estrazione.

Cinque le vittime estrette: Alessandro Giancaterino, di Farindola, maitre dell’Hotel, Gabriele D’Angelo di Penne, cameriere dell’Hotel, Valentina Cicioni, di Monterotondo, Nadia Acconciamessa mamma del piccolo Edoardo, il cui papà risulta ancora disperso, ed ancora un uomo (ignote le sue generalità).

I soccorritori ribadiscono che si è di fronte ad una situazione “Non semplice, si lavora all’interno di un edificio che è crollato, dove è diventato complicato orientarsi. Si avanza ma con molta, molta cautela. Ci rendiamo conto che questa cautela rallenta le operazioni di ricerca e recupero ma è assolutamente necessario procedere in questo modo, non si può rischiare altro ancora”.

All’alba è stato purtroppo trovato il corpo di una donna di cui non si conoscono ancora le generalità. Sale dunque a quattro il bilancio delle vittime: due uomini Gabriele D’Angelo, cameriere dell’hotel Rigopiano e Alessandro Giancaterino, capo dei camerieri e del bar dell’albergo e due donne .

Due le aree certe identificate e rimaste “intatte” dalla valanga distruttiva. La zona cucina e l’area bar-giochi. Ed è in queste due aree che i superstiti hanno trovato riparo e che la valanga scesa giù non ha intaccato. La neve, come hanno spiegato i tecnici, ha creato una sorta di “bolla” che li ha preservati ad un triste epilogo. Ed é stata la stessa neve, come spiegano sempre gli stessi tecnici, che paradossalmente li ha salvati. 

I medici dell’Ospedale di Pescara fanno sapere che le persone giunte stanno bene; sono provate da quanto hanno vissuto ma il loro quadro clinico non è grave. L’abbigliamento pesante che avevano indosso le ha protette dalle basse temperature.

Foto tratte da repubblica.it

  • Valanga a Rigopiano
  • Valanga a Rigopiano
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.