Banner Top
Banner Top

MotoGP: a Sepang la Ducati fa fatica. In griglia pole a Pedrosa, Iannone solo sesto

Dopo le leggere polemiche verbali di questi giorni che hanno visto protagonisti i tre leader della MotoGp, stamane è stata la pista di Sepang in Malesia a ridare voce ai motori del circus per le prove ufficiali che hanno determinato la starting grid del Gran Premio di domani. E chiaro e forte si è sentito il ruggito di Dani Pedrosa che con una prestazione incredibile si è assicurata la pole position con oltre quattro decimi di vantaggio sul compagno di team e campione del mondo in carica Marc Marquez.

La fine della sessione e, diciamolo pure, la scia della Ducati di Andrea Iannone hanno invece dato al leader del mondiale Valentino Rossi la possibilità di dare una zampata da felino e scalzare dalla prima fila il compagno di marca e unico rivale nella scalata al decimo titolo iridato Jorge Lorenzo, che scatterà dalla quarta casella.

Al suo fianco il britannico Cal Crutchlow, con una Honda apparsa in palla sul circuito asiatico, che precede Andrea Iannone in sella a una Ducati che è parsa soffrire parecchio fermandosi a quasi 5 decimi dai magnifici tre. Andrea lo aveva già detto: questa gara non sarà come quella di Motegi. Detto fatto, e stavolta sembra proprio che non ci siano chances per ambire al podio.

Il pilota vastese, però, mette le ruote della sua ‘rossa’ ancora una volta davanti quelle del compagno di tema Andrea Dovizioso che aprirà la terza fila.

L. S.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.