Banner Top
Banner Top

Grande successo per il Festival del carciofo a Cupello

“In questi quattro giorni”-afferma Bruno Sabatini, presidente della Pro Loco di Cupello, che quest’anno con il patrocinio del comune ha organizzato l’evento – “abbiamo avuto una grande affluenza di persone provenienti da Pescara, L’Aquila e Bari, oltre che dai paesi limitrofi, per un totale di 3500 presenze”. Un bel successo per una manifestazione che non si teneva da due anni, il cui cambiamento più importante è stato proprio il rinnovo del nome, da quest’anno “Festival del carciofo”, mentre precedentemente  era chiamata “Carciofesta” ed era gestita dai ristoranti del paese. Con il cambiamento della denominazione, l’evento è stato riportato al livello di una manifestazione popolare: “La gente voleva questo tipo di festival, che permette a tutti di sentirsi nello stesso modo, senza fare delle differenze. Proprio per questo abbiamo proposto un menù a prezzo fisso. Siamo tornati a riempire le piazze e le strade del paese”-commenta ancora Bruno Sabatini. L’organizzazione, ha ricevuto molti complimenti ed è stata curata nei minimi dettagli: per il menù sono state coinvolte 30 signore cupellesi, affiancate dal gruppo Cuochi alpini di Quadri, mentre 22 studenti si sono occupati del servizio ai tavoli. Due cori locali,”La Fontana” e “La giovane corale” hanno allietato la degustazione del menù tipico all’interno della tensostruttura al coperto. Lungo il corso, invece, erano presenti numerosi stand gastronomici, nei quali il carciofo era protagonista. L’affluenza delle persone è stata continua dalla mattina fino alla tarda sera. E’ stato possibile, inoltre, visitare  la mostra sul carciofo nella sala multimediale “Enrico Mattei” del Comune, che è stata inaugurata nel 2008, ma è aperta solo in occasioni particolari o su prenotazione. Si tratta di otto pannelli espositivi sulle origini della coltivazione di quest’ortaggio a Cupello e su alcune curiosità storiche; sono presenti anche alcune fotografie dei primi coltivatori di questo prodotto locale. Quest’anno, fanno parte della mostra anche i disegni realizzati dagli alunni della classi terze della scuola secondaria di primo grado per  scegliere il logo del festival. Il pregio di questa prima edizione del Festival del carciofo, è stato quello di riunire molteplici eventi sia per grandi sia per piccini, di tipo culturale ed enogastronomico: la conferenza sulle prospettive del riconoscimento del carciofo come prodotto dop, gli appuntamenti con lo slow food e lo street food, il raduno delle 500, la visita alla torre campanaria della chiesa, la premiazione del “Prodotto topico” e tanti giochi pensati per i più piccoli.

Nausica Strever

  • IMG-20150503-WA0006
  • IMG-20150503-WA0005
  • IMG-20150503-WA0008
  • IMG-20150503-WA0007
  • 021
  • 027
  • 025

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.