Banner Top
Banner Top

Primo gran pienone sulle spiagge, gli stagionali sperano

Il mese di maggio ha portato il sole e la riviera ha registrato il primo gran pienone. Sulla spiaggia sono spuntati i primi ombrelloni. Gli operatori turistici hanno cominciato ad assumere stagionali. Sulle strutture ricettive sono finalmente spuntati fuori i cartelli per la ricerca di personale. Il ponte del Primo maggio ha dato il via alla stagione delle assunzioni sulla riviera. Il termometro delle assunzioni punta decisamente al bello. Saranno almeno 500 gli stagionali che saranno occupati nei prossimi mesi sulla riviera spalmati in bar, ristoranti, agenzie di intrattenimento, cooperative e stabilimenti balneari. In base alle previsioni il settore dovrebbe registrare una leggera ripresa.

«Viste le presenze di questo weekend, possiamo sperare bene. Se il buongiorno si vede dal mattino possiamo essere contenti», dice Antonio Caruso, titolare del Mamitas , risto- lido, nonchè componente il direttivo del Consorzio Vasto Marina. «La gente dimostra di avere voglia di venire a Vasto. Ora tocca a noi fare in modo che non vadano più via e si innamorino della nostra località e dell’accoglienza».

 Centinaia i lavoratori che da giugno a settembre verranno impiegati nel commerciale e alimentare. I sindacati sollecitano il rispetto di regole e contratti che avranno comunque la durata di tre mesi al massimo. «Sono pur sempre qualcosa. Una boccata d’ossigeno per tanti ragazzi e tante donne alla ricerca di un lavoro», dicono i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil.

Molti i laureati che intendono lavorare in riviera la prossima estate. Negli ultimi due anni il loro numero è lievitato. Altrettanti sono i diplomati. A loro si unisce un plotone di operai usciti dalle fabbriche. Pur di guadagnare qualcosa accettano un impiego estivo. Le tariffe previste nel settore turistico- alberghiero sono varie. Mediamente gli assistenti bagnanti e gli operatori balneari guadagneranno sui 6 euro l’ora; camerieri e operatori del settore alberghiero circa mille euro (per una media di 40 euro al giorno) al mese.

Dai 40 ai 50 euro al giorno, per circa sei ore di lavoro è invece il guadagno medio del settore agricolo. Le cifre sono comunque indicative e soggette a tante variazioni a seconda dell’attività da svolgere.

(p.c. ilcentro.it)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.