Banner Top
Banner Top

Lettere d’invito al controllo dell’udito, Lapenna: “il mio nome e il simbolo di Vasto usati senza autorizzazione”

“Mi riservo di agire in ogni sede, per la tutela e il decoro dell’immagine della Pubblica Amministrazione locale, contro chiunque utilizzi il mio nome e il simbolo del Municipio della Città del Vasto senza alcun tipo di autorizzazione per fini commerciali e attività promozionali di imprese private”: queste le parole del Sindaco di Vasto, Luciano Lapenna, in riferimento alle lettere inviate nei giorni scorsi ai cittadini vastesi, soprattutto anziani, da parte di una società privata che opera nel settore dei macchinari per il controllo dell’udito.

Sul documento, che riportiamo in calce, campeggia in alto il simbolo della Città del Vasto, il cui utilizzo può essere concesso solo dall’Amministrazione comunale, e la dicitura Comune di Vasto, mentre in calce a mo’ di firma vengono riportati il nome dell’assessore ai Servizi sociali Anna Suriani e dello stesso primo cittadino Luciano Lapenna, lasciando di fatto intendere una implicazione diretta della istituzione comunale nella campagna della società.

Cosa evidentemente non rispondente alla realtà se proprio Lapenna chiarisce che “Nessuna autorizzazione è stata rilasciata da questa Pubblica Amministrazione all’utilizzo del simbolo del Municipio della Città del Vasto così come nessun tipo di elenco riferibile alle liste anagrafiche comunali è stato concesso e messo a disposizione di privati cittadini per fini commerciali”.

“L’Ufficio Servizi Demografici del Municipio cittadino – afferma ancora il primo cittadino vastese – aggiorna i dati anagrafici quotidianamente, con rigore e competenza, secondo i Protocolli Ministeriali INA-SAIA, pertanto, siamo completamente estranei all’invio di lettere da parte di soggetti economici privati e all’oscuro delle liste di nominativi utilizzate per la campagna in questione”.

Infine, vinee chiarita anche l’implicazione del centro anziani. “L’unica autorizzazione concessa a tutte le Associazioni, Ditte e Società, che ne avessero fatta richiesta nell’ambito della “Campagna nazionale per un buon udito” – dice Lapenna – è stata quella di utilizzare la sala “Michele Zaccardi” del Centro Aggregazione anziani di Vasto (vedi Delibera di Giunta n.64 del 12 marzo 2015) tutto il resto rimane a noi estraneo e nella personale responsabilità di privati cittadini”.

L. S.

lettera_sordità

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.