Banner Top
Banner Top

Il meeting nazionale delle Associazioni di persone con Parkinson, un importante momento di confronto

Ieri e oggi  a Palazzo D’Avalos si sta svolgendo a Vasto il II meeting nazionale sul Parkinson “Paziente o cittadino?”, aperto a tutte le associazioni di persone con Parkinson, alle autorità, al pubblico, agli ospiti di eccezione. “Per il secondo anno consecutivo, vogliamo che il Meeting sia soprattutto occasione d’incontro e di scambio tra le molte diverse realtà che compongono il mondo del Parkinson”- aveva detto Lucilla Bossi, presidente di Parkinson Italia onlus a proposito dell’evento.

Cospicua la partecipazione dei membri delle associazioni provenienti da tutta Italia, grazie ai quali l’intento di scambio tra le realtà del Parkinson è stato mantenuto al 100 per cento. La mattinata della prima giornata di lavoro, è stata caratterizzata dall’intervento del prof. Marco Onofrj sulla Variabilità delle “Sindromi” di Parkinson e sintomi non motori compressi e  del prof. Pietro Marano su L’importanza della riabilitazione. Entrambi i contributi sono stati ricchi d’informazioni su questa malattia e sui modi per convivervi: in particolare il prof. Onofrj è uno dei maggiori esperti di Parkinson in Italia.

E’ stato poi presentato il progetto Il libro bianco della malattia di Parkinson che, sulla scorta d’iniziative di questo tipo già realizzate in altri paesi, come la Germania e gli Stati Uniti, si propone d’indagare la malattia prendendo come riferimento le Asl di tutta Italia. Il progetto, per ora, si svolgerà in collaborazione con alcune università italiane tra cui l’Alma mater studiorum di Bologna e La Sapienza di Roma, ma ha l’obiettivo di allargarsi a tutte le realtà.

Ovviamente un indispensabile punto di riferimento per quest’indagine, com’è stato ribadito durante la conferenza, è  la necessaria collaborazione con le organizzazioni di malati. E’ la prima volta che in Italia si promuove un progetto del genere. La seconda parte del convegno, che si è svolta durante il pomeriggio, ha avuto come oggetti argomenti più sociali: sono state presentate molte delle realtà aggregative di parkinsoniani presenti sul web, come Pazienti attivi e Parcheggiare.

Si è data molta importanza, inoltre, alla relazione tra questa malattia e i giovani, dal momento che il  25 per cento dei malati ha meno di 50 anni e il 10 per cento meno di 40. Il dottor Giacobini, direttore responsabile di HandyLex.org, con il suo intervento e le domande dei partecipanti,  ha risposto a tutti i quesiti sulla legislativi legati al Parkinson. Dal proficuo scambio che sta emergendo da questa due giorni, si spera che si propagheranno a raggio altre iniziative e si svilupperanno altre realtà associative, soprattutto in Abruzzo dove è presente una sola associazione.

Nausica Strever   

  • II meeting nazionale delle associazioni con parkinson 009
  • II meeting nazionale delle associazioni con parkinson 007
  • II meeting nazionale delle associazioni con parkinson 006
  • II meeting nazionale delle associazioni con parkinson 003
  • II meeting nazionale delle associazioni con parkinson 001
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.