Banner Top
Banner Top

Esondazione torrente Buonanotte: ambientalisti sotto accusa

Molti dei danni causati dal maltempo di questi giorni  sono stati procurati dal torrente Buonanotte che segna il confine tra Vasto e San Salvo. Il torrente è esondato in più punti, facendo danni su danni. Ne sa qualcosa il titolare del ristorante il Salice che da questa esondazione ha avuto non pochi danni. L’esondazione del torrente Buonanotte ha messo sotto accusa alcuni ambientalisti che, anni fa, si opposero alla pulizia del corso d’acqua. Un dirigente del Consorzio di Bonifica, giunto sul posto dell’esondazione per accertare i danni, ha dichiarato: “Circa quattro anni fa abbiamo perso oltre due milioni di euro messi a disposizione della comunità europea per la pulizia del torrente. Alcune associazioni ambientaliste fecero ricorso alla magistratura perché nella zona vivevano delle tartarughe che andavano assolutamente salvaguardate. Da allora il torrente non è stato più pulito”.

Rincara la dose Eugenio Spadano, presidente del consiglio comunale di San Salvo. Dice Spadano: “Ad oggi solo il 20% della sezione del torrente è sgombra. il restante 80% è ostruita dalla vegetazione. Il giudice all’epoca diede ragione ai ricorrenti. Esiste una sentenza. E così i lavori vennero bloccati. E questi sono i risultati”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.