Banner Top
Banner Top

“La chimica tra magia e divertimento”: ottimi i risultati raggiunti!

 

Ieri mattina presso la scuola “Spataro” si è svolto l’ultimo appuntamento dello spettacolo “La chimica, tra magia e divertimento” organizzato da due ricercatrici del Mario Negri Sud, in collaborazione con l’associazione onlus “Il sogno di Iaia” per aiutare la famiglia di questa bambina affetta da neuroblastoma al sistema nervoso a sostenere le costose cure mediche che sta effettuando presso l’ospedale Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York. Le 20 classi della scuola Spataro hanno aderito tutte all’iniziativa che ha interessato molto i bambini e ha avuto un grande successo. “Lo spettacolo è nato dall’idea di combinare l’attività di ricerca con quella didattica: tutti i partecipanti si sono mostrati entusiasti degli esperimenti che abbiamo mostrato loro e hanno chiesto informazioni per poterli rifare a casa”- afferma Mariagrazia Capestrano, la ricercatrice che ha ideato questo spettacolo e continua: “La possibilità di poter contribuire a una causa benefica mi ha dato l’impulso decisivo per dare forma a questo spettacolo”. Ad aiutare Maria Grazia Capestrano nelle piccole dimostrazioni chimiche, la giovane ricercatrice Gaia Fabrizio, che m’illustra la tipologia degli esperimenti che andranno a realizzare: “Sono tutti procedimenti molto semplici che sono stati pensati per poter essere facilmente fatti anche a casa. Ad ogni esperimento, inoltre, abbiamo dato un titolo che faccia pensare un po’ all’effetto stupefacente della reazione. Ad esempio, abbiamo chiamato “L’arcobaleno nel latte” la reazione chimica che, grazie al cotton fioc imbevuto di detersivo, suddivide i coloranti alimentari che precedentemente erano mischiati tutti insieme nel latte”. Nel corso dello spettacolo di magia, i bambini hanno avuto modo di assistere alla realizzazione di altri esperimenti, come “Il polmone artificiale”, nel quale si riempie un palloncino di bicarbonato di sodio e lo si appoggia su una bottiglia nella quale si versa il contenuto; grazie al trasferimento della sostanza, il palloncino si gonfia come per magia; “Versare l’invisibile” nel quale si divide una bottiglia di plastica da un litro in due metà; nella prima si fanno reagire bicarbonato di sodio e aceto, nella seconda, dopo il collegamento tra le due metà, si posiziona una candela che verso il fondo della bottiglia si spegnerà per la troppa concentrazione di anidride carbonica. Nel “Liquido cambia colore” il liquido di colore viola ottenuto dalla cottura dei crauti diventa più chiaro (di colore rosa) con l’aggiunta di qualche goccia di limone, ritorna scuro se si versa bicarbonato di sodio. Inoltre, sono stati scelti dei volontari per rappresentare una molecola di CO₂ : è stato molto divertente vedere i bambini che, con pettorine di plastica con su scritti i nomi degli elementi si “legavano fisicamente” o prendendosi per mano o avvicinando tra loro i piedi. L’esito delle tre giornate di spettacolo sulla chimica è stato molto positivo e al di fuori delle aspettative: è stata raggiunta la somma di circa 1.100 euro. Anche le scuole dell’infanzia della Spataro, pur non avendo assistito allo spettacolo, hanno dato il loro contributo per Iaia.

Nausica Strever

  • IMG_9239
  • IMG_9241
  • IMG_9244
  • IMG_9268
  • IMG_9254
  • IMG_9300
  • IMG_9288
  • IMG_9277
  • IMG_9311
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.