Banner Top
Banner Top
Banner Top

Carunchio, multa di 466 euro e ritiro dei patentini a due cercatori di tartufo

tartufoÈ stato convalidato dal pubblico ministero del Tribunale di Vasto il sequestro preventivo di due collari elettronici effettuato dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Gissi. Il collari venivano utilizzati come mezzo coercitivo per soggiogare due cani da tartufi. L’attività investigativa è stata avviata in seguito a segnalazione di alcuni cittadini circa la presenza di due cercatori di tartufo, in periodo di divieto di raccolta, nella località Carunchino del comune di Carunchio. Area, questa, ad alta vocazione tartufigena di tartufo bianco. All’arrivo degli agenti della Forestale, i due tartufai sono fuggiti dandosi alla macchia, mentre i cani al loro seguito si sono fermati vicini all’automezzo, un fuoristrada ben nascosto tra la fitta vegetazione. I fuggitivi, un quarantottenne residente a Palmoli (Ch) e un cinquantenne residente a Montenero di Bisaccia (Cb), sono stati rintracciati dopo alcune ore, grazie anche alla collaborazione degli uomini del Comando Stazione Forestale di Montazzoli. Il proprietario dei due cani è stato deferito alla Procura della Repubblica di Vasto per il reato previsto dall’articolo 727, comma 2, di detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze. Inoltre, per violazioni amministrative commesse in materia di ricerca di tartufo in periodo di divieto, è stata elevata a carico di entrambi i cercatori una sanzione di euro 466,67, oltre al ritiro di tesserini di idoneità.

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.