Banner Top
Banner Top

A Fiuggi il primo Congresso nazionale di Fratelli d’Italia. Presenti delegati di Vasto.

Mentre in Abruzzo si svolgevano le primarie per  esprimere il candidato del centrosinistra alla guida della Regione o di uno dei vari comuni dove il 25 maggio si terrà anche la corsa alla fascia tricolore, in quel di Fiuggi si teneva il primo congresso nazionale di Fratelli d’Italia cui hanno partecipato anche i vastesi Etelwardo Sigismondi e Marco Di Michele Marisi eletti delegati nazionali dopo le primarie del 23 febbraio scorso. Proprio a Di Michele Marisi abbiamo lasciato il compito di un pensiero sul delicato passaggio del movimento di Giorgia Meloni, Guido Crosetto e Ignazio La Russa a 19 anni dalla svolta di Fiuggi in cui Gianfranco Fini scrisse la parola fine al percorso identitario del MSI-DN. Questa la riflessione del giovane vastese.

“Tenere a bada l’emozione che attraversa ognuno di noi, in queste ore che sono sicuro saranno ricordate come e più e con più entusiasmo di quelle nelle quali si fece strada la svolta di Fiuggi, dell’Msi, non è facile. Ma è proprio in ragione di un evento storico come questo, almeno per il centrodestra italiano, quello vero, che cercherò di contenere al massimo qualche brivido che attraverserà la mia schiena.

Inutile ricordare le ragioni per le quali oggi siamo qui; così come è superfluo sottolineare come questo sia un tratto della lunga strada che coloro che per anni hanno portato in mano la fiaccola dei Valori, ci hanno indicato. E come figli di una Tradizione dalle radici solide e profonde, non possiamo che seguire le orme di chi, prima di noi, ha affermato che la Destra o è coraggio o non è. Così come non possiamo far finta che il percorso per arrivare alla meta è così lungo che si incontrano ostacoli; è così poco breve che il sole scompare e risorge, che il tempo passa, e come il tempo passa, così si consumano le suole delle scarpe, che dobbiamo cambiare. Questo per dire che raccogliamo la Tradizione di Alleanza Nazionale, non senza adattarci al tempo nostro; questo per dire che i Valori sono la bussola del nostro percorso, ma nello stesso tempo abbiamo nostalgia del futuro. Non del passato.

Guai a chi rinnega, pur nella diversità delle storie di ognuno di noi, quel che è stato. Ma guai anche a chi pensa di fermarsi nel passato senza affacciarsi al futuro!

A chi viene dalla storia di Alleanza Nazionale e non è qui oggi, voglio dire di convincersi una volta per tutte del fatto che siamo noi gli eredi di quei Valori, di quelle Tradizioni, di quei princìpi, di quei capisaldi. Ma a differenza loro, di altri, abbiamo avuto il coraggio di gettarci nel futuro, rimettendo in discussione financo noi stessi, con uno zaino pieno di tutto ciò che rappresenta il nostro bagaglio culturale. Un salto nel vuoto, lasciando qualche solida certezza per nessun’altra sicurezza, se non quella di andare nella direzione giusta e di arrivare, dopo il salto nel buio e qualche passo nel bosco, a rivedere la luce.

Oggi celebriamo il battesimo dell’alternativa alla sinistra ed ai centristi, quelli per tutti i governi e per ogni stagione. Oggi è il giorno di coloro che non hanno smesso di credere che è indispensabile costruire un contenitore alternativo a chi in questi ultimi anni ha preferito asservirsi ai poteri forti, piuttosto che servire il Popolo. E chi non ha smesso di pensare questo, oggi è qui, a Fiuggi. Chi non ha smesso invece di trovare alibi, è rimasto a casa, a pensare come arrabattarsi per avere qualche poltrona rinnegando il passato, il presente, il futuro e persino se stesso.

Oggi, qui, c’è il centrodestra sano. Quello capace di ritrovarsi, pur nella diversità delle storie; quello in grado di trovare dei punti di incontro e non di scontro. Non per le poltrone o per raggiungere percentuali in grado di far eleggere qualcuno. Ma per l’obiettivo comune di costruire l’alternativa al centrosinistra, ai tecnocrati, ai poteri forti. Per costruire una forza politica in grado e convinta di regalare all’Italia nuove emozioni; in grado e convinta di governare questo Paese; in grado e convinta di far tornare a luccicare gli occhi a chi crede che non ci sia più niente da fare”.

  • DELEGATI CHIETI CON CROSETTO
  • ESTERNO CONGRESSO
  • INTERNO CONGRESSO
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.