Banner Top
Banner Top

Banda Larga, ora si può

banda_largaÈ stato uno degli argomenti al centro anche dell’ultimo Festival della Scienza organizzato dal Liceo Scientifico “R. Mattioli” vastese, ovvero le gravi carenze infrastrutturali dell’ICT italiana a partire da un’insufficiente banda larga indispensabile per le aziende che si proiettano nel futuro. Intanto è stato pubblicato il V bando di gara per il proseguimento del Piano Nazionale per la Banda Larga, nelle regioni Abruzzo, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria e Veneto: ad annunciarlo Federico Fioriti, Presidente della Commissione Sviluppo Economico, e Paolo Sisti, capogruppo del PDL in Provincia di Chieti per i quali “La banda larga è un’infrastruttura decisiva per la Val di Sangro e la Provincia di Chieti. Attraverso il V bando per il proseguimento del Piano Nazionale per la Banda Larga ora l’infrastruttura potrà essere realizzata.”Il Piano è cofinanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalle Regioni interessate anche avvalendosi di fondi comunitari. L’importo complessivo dei lavori supera i 95 milioni di euro e prevede un investimento di oltre 122 milioni (IVA esclusa) per l’abilitazione all’offerta dei servizi a larga banda, mediante la costruzione di circa 4000 km di rete in fibra ottica in oltre 500 aree comunali e sub comunali, in prevalenza in zone ad alta intensità rurale e distretti produttivi.

La Commissione Europea – precisa Fioriti ha proposto nuove disposizioni che puntano a ridurre del 20% i costi di comunicazione e gestione delle imprese, nelle aree produttive attraverso la posa della Banda Ultra Larga. Ora lo Stato con il Digitalia e la Regione Abruzzo, attraverso linee di finanziamento FAS specifiche, stanno stanziando fondi, che necessitano, per il loro impiego, di una progettualità evoluta e soprattutto di un deciso coordinamento territoriale.

La Provincia di Chieti e la Regione Abruzzo stanno coordinando un tavolo di lavoro tecnico con il Consorzio Industriale, l’ARIT e Confindustria Chieti per redigere un Progetto che permetta di accedere a questi finanziamenti. Non possiamo più perdere tempo. E’ nostra intenzione eliminare tutti quei lacci burocratici che hanno impedito finora di raggiungere il nostro obiettivo: portare subito la Banda Ultra Larga in Val di Sangro e immediatamente dopo in tutta la Provincia di Chieti“.

La Provincia di Chieti vuole rendere più rapido e meno costoso l’accesso alla banda larga per le imprese – dichiara Sisti Questo è un fattore decisivo per consentire alle aziende multinazionali di restare stabilmente nel nostro territorio. Non è più possibile che alcune multinazionali, ad esempio della Val di Sangro, che gestiscono reti commerciali e la propria logistica in varie parti del mondo, debbano subire le inefficienze dovute alla mancanza della Banda Larga. Le strade sono importanti, ma per molte imprese al giorno d’oggi la banda larga è un’infrastruttura più utile“.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts