Banner Top
Banner Top

Vasto, oggi è il giorno del dolore

Oggi per Vasto è il giorno del dolore. La città, stordita, piange le tre vittime dell’incidente stradale avvenuto sabato sera alle 20,30 sulla statale Adriatica non lontano dal parcheggio di Casarza:  Dante Carpi, ristoratore di Vasto Marina di 58 anni, Paolo Marchesani, 51 anni , dipendente Sevel e la nipote Martina Mancini di soli 15 anni, studentessa dell’istituto Mattei. La figlia di Paolo Marchesani , Claudia, 16 anni, operata sabato notte dai medici del reparto di chirurgia di Vasto diretto dal dottor Fabio Fiore, è attualmente ricoverata, sempre a Vasto,  in prognosi riservata, nel reparto di rianimazione.

La madre, Stefania Del Borrello, ha riportato ferite più lievi. L’incidente si è verificato sabato all’ora di cena. Un botto violento che non ha dato scampo ai guidatori e alla piccola Martina. La Procura indaga sulle cause dello scontro.

Le salme delle vittime nel frattempo sono state riconsegnate alle famiglie. I feretri di Paolo Marchesani e Martina Mancini sono stati portati nelle rispettive case, nello stesso condominio in via del Porto.  La salma di Dante Carpi è all’obitorio del cimitero. I

Oggi pomeriggio, alle 15, nella parrocchia di San Paolo si terranno i funerali dello zio e della nipote. Nella stessa chiesa domani mattina alle 10 si terranno le esequie di Dante Carpi.

Paola Calvano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com