Banner Top
Banner Top

Ciclabile alla Marina, 86 gli alberi da cambiare

Resterà chiusa fino al 30 gennaio la pista ciclabile che costeggia la riserva naturale Marina di Vasto. Il provvedimento di divieto di transito a velocipedi e pedoni,  nel tratto compreso tra via Austro e Fosso Buonanotte, porta la firma del comandante della polizia locale, Giuseppe Del Moro, ed è finalizzato a consentire l’abbattimento e la sostituzione di 86 pioppi che, secondo le relazioni dei tecnici presentano criticità strutturali e problemi di natura fitopatologica quali la presenza di ferite, cavità o carie sul tronco o nell’intersezione della branche, scottature a livello del colletto e del fusto.

Gli alberi devono, quindi, essere tagliati per garantire la sicurezza dei frequentatori della pista ciclabile. Il loro abbattimento, comunque, non ha nulla a che vedere con gli eventi meteorologici dello scorso mese di novembre: prova ne è che, a causa del forte vento che soffiò in quella occasione, lungo la pista si sradicarono circa sedici alberi, tra cui diversi eucalipti, mentre i pioppi restarono in piedi. Si tratta infatti di un progetto che risale al 30 novembre 2020, quando in seguito ad un sopralluogo del forestale Francesco Marsico venne redatta una relazione tecnica sulla stabilità degli alberi che lambiscono il percorso ciclabile.

Oggi, a distanza di più di tre anni e dopo aver acquisito i vari pareri tra cui quello della Regione, il Comune ha deciso di  procedere all’abbattimento degli 86 pioppi, contro il quale  insorsero a suo tempo diverse associazioni tra cui il Wwf regionale che chiese  approfondimenti sull’impatto che l’abbattimento può causare alle specie e agli habitat protetti dal sito natura 2000 e alla riserva Marina di Vasto , ma anche di limitare il taglio a pochi esemplari.

“Gli alberi verranno tutti sostituiti con individui arborei adulti”, assicura l’assessore all’ambiente Gabriele Barisano, “lo scorso mese di novembre la ditta Cogenio srl ha presentato un progetto in Comune come misura di compensazione. Gli interventi verranno effettuati a step con l’abbattimento e contestuale sostituzione, senza chiudere del tutto la pista che è lunga quattro chilometri, ma interdendone alcuni tratti” .

Per il Comitato Amici degli alberi si tratta di un intervento che non è stato condiviso.

“Siamo stati semplicemente messi a conoscenza dell’abbattimento”, spiega Gian Carlo Denicola, referente del sodalizio,  “l’amministrazione comunale si è limitata ad una semplice informativa. In pratica siamo stati messi al corrente del progetto quando era già stato tutto deciso”.

Le maggiori perplessità scaturiscono dall’elevato numero di alberi da abbattere in un luogo – un’area protetta – destinato a cambiare volto. Per le associazioni che a suo tempo presentarono le osservazioni si tratta di un intervento “impattante”.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com