Banner Top
Banner Top

Autunno in Streaming: 5 Anime da guardare quando fuori piove

Benvenuti a questo secondo appuntamento con l’ “Autunno in Streaming”, rubrica in cui vengono consigliate delle serie da poter vedere sulle varie piattaforme, durante le piovose serate autunnali. L’argomento di oggi sono gli anime: qui di seguito potete leggere un elenco di cinque serie animate nipponiche, tutte disponibili su “Netflix”.

1)“Toradora!” (2008-2009) genere: commedia romantica, drammatico

Ryūji Takasu è un ragazzo che si appresta a frequentare il secondo anno delle superiori (corrispondente al nostro quarto anno, n.d.r.). A dispetto del suo carattere gentile, il suo sguardo truce lo fa apparire come un delinquente agli occhi di chi non lo conosce e, per questo motivo, deve continuamente chiarire le sue intenzioni con gli altri compagni di scuola, intimoriti dal suo aspetto. Il primo giorno del nuovo anno scolastico Ryūji scopre di essere in classe col suo migliore amico, Yūsaku Kitamura, e con la ragazza per cui ha una cotta, Minori Kushieda. Poco dopo, camminando per i corridoi, Ryūji ha un breve diverbio con Taiga Aisaka, una delle ragazze più temute dell’istituto per il suo atteggiamento violento, nonché migliore amica di Minori. Taiga è esattamente l’opposto di Ryūji: dietro al suo aspetto minuto e grazioso si nasconde un carattere irascibile e manesco. Successivamente, i due scoprono per caso di avere una cotta per i rispettivi migliori amici e così, dopo essersi chiariti, decidono di collaborare, per poter riuscire a conquistare i loro amati.

L’anime è basato sull’omonima serie di light novel (tipo di romanzo illustrato giapponese) ideata dalla scrittrice nipponica Yuyuko Takemiya. L’opera risulta essere davvero dolce e romantica e, allo stesso tempo, molto divertente. I rapporti tra i personaggi principali, soprattutto tra i due protagonisti, sono costruiti benissimo; inoltre sono presenti moltissime scene e gag esilaranti. Come è intuibile, però, il vero punto di forza dell’anime è senza dubbio la componente sentimentale. Insomma se vi piacciono le serie da “batticuore”, “Toradora!” fa al caso vostro.

2)“Assassination Classroom” (“Ansatsu kyōshitsu”, 2015-2016) genere: commedia, azione, fantascienza

La Luna è stata distrutta. L’artefice di tale disastro, un misterioso essere tentacolare, dichiara che l’anno prossimo farà lo stesso con la Terra. La creatura fa una strana richiesta ai governi mondiali: vuole passare l’ultimo anno rimasto a questo Pianeta, insegnando alla classe 3E della scuola media “Kunugigaoka”. Pur rimanendo straniti e sbigottiti, i potenti danno il loro assenso, anche perché in questo modo potranno facilmente tenere d’occhio l’essere mostruoso. Inoltre, così facendo, ci saranno trenta potenziali assassini, gli studenti della 3E, pronti a far fuori la creatura in qualsiasi momento e salvare in tal modo il mondo.

La premessa di questa storia è talmente assurda, che è al limite del demenziale, ma non fatevi ingannare dalle apparenze. Difatti questo anime, basato sull’omonimo manga di Yūsei Matsui, nasconde molto di più di quello che vuole far credere. Momenti toccanti e drammatici, nonché un messaggio profondo e speranzoso, sono ciò che rende “Assassination Classroom” una serie bellissima e da vedere ad ogni costo. Non mancano naturalmente le risate che sono, assieme all’action, la componente principale dell’opera. Inoltre amerete alla follia i personaggi, dagli alunni della 3E al loro corpo docenti. Che aspettate a premere play?

3)“Komi Can’t Communicate” (“Komi-san wa, komyushō desu”, 2021-2022) genere: commedia

Komi Shouko, una ragazza che frequenta l’istituto privato “Itan High”, è estremamente popolare tra i suoi compagni, a causa della propria bellezza e del suo atteggiamento, in apparenza, snob e distaccato. In realtà Komi soffre di un disturbo della comunicazione tale da impedirle di parlare dinanzi ad altre persone e, quindi, di poter stringere amicizia con chiunque. L’unico a capire il suo problema è il suo compagno di banco, Tadano Hitohito, che di conseguenza si ripromette di aiutarla. Il ragazzo, infatti, decide di realizzare il sogno di Komi: farsi cento amici.

La dolcezza è alla base di questa serie animata, ispirata all’omonimo manga scritto e disegnato da Tomohito Oda. Infatti “Komi Can’t Communicate” sa regalare moltissimi momenti toccanti e “zuccherosi”, che inteneriscono i cuori degli spettatori. Altri punti di forza dell’anime sono l’esilarante comicità di molti episodi e dei personaggi e l’originale caratterizzazione di questi ultimi. Quindi se volete divertirvi ed esclamare “Oh!” ad ogni puntata, “Komi” è quello che fa per voi!

4) “Demon Slayer” (“Kimetsu no yaiba”, 2019-in corso) genere: avventura, fantasy, drammatico

Giappone, Periodo Taishō (dal 30 luglio 1912 al 25 dicembre 1926, coincidente con il regno dell’omonimo imperatore nipponico, n.d.r.). Tanjiro Kamado è il primogenito di una numerosa famiglia orfana del padre, che vive in un’isolata baita tra i boschi. Un giorno, tornando a casa dopo essere stato a vendere carbone nel villaggio vicino, trova la madre e i fratelli morti massacrati. Il responsabile di tale strage è sicuramente un demone. L’unica sopravvissuta è sua sorella minore Nezuko, che però è stata trasformata a sua volta in un mostro; fortunatamente la fanciulla sembra aver conservato i propri pensieri e sentimenti. Tanjiro inizia così il suo viaggio in cerca di una cura, per far tornare normale Nezuko e per impedire che la loro stessa tragedia possa capitare ad altre persone.

Tratto dall’omonimo manga di Koyoharu Gotōge, “Demon Salyer” è uno degli anime più celebri e di successo degli ultimi tempi. Le animazioni di questa serie sono a dir poco eccezionali e a beneficiarne sono soprattutto le scene di combattimento. La storia, poi, è molto intrigante ed il rapporto di amore fraterno tra Tanjiro e Nezuko è molto approfondito, particolarmente realistico e parecchio commovente. Anche in questo caso la costruzione dei singoli personaggi è praticamente perfetta, anche se, qualora volessimo trovare una pecca, le relazioni tra essi sono un po’ troppo essenziali e basilari, nonché dotate di poche sfumature salvo rare eccezioni, come nel suddetto caso. Un particolare focus lo si deve fare sui vari antagonisti, specialmente quelli secondari; difatti è rarissimo vedere, in opere del genere, una cura così dettagliata e profonda dei “minions” (letteralmente “sgherri” o “scagnozzi”, n.d.r.), che in “Demon Slayer” sono dotati di una personalità sfaccettata e vanno ben oltre il semplice ruolo del “cattivone” ottuso e minaccioso. In conclusione, non potete assolutamente perdervi la visione di questo fantastico anime!

5) “Inuyasha” (2000-2010) genere: avventura, fantasy, sentimentale, commedia

Giappone, epoca Sengoku (1467-1603, n.d.r.). Inuyasha, un mezzo-demone cane, ruba da un villaggio la Sfera dei Quattro Spiriti, un oggetto che può accrescere enormemente i poteri di un individuo, umano o demone che sia. Prima che possa fuggire, però, il nostro viene trafitto da una freccia sacra, scagliata da Kikyo, giovane sacerdotessa del villaggio e custode della Sfera, e viene “impalato” così al “Goshinboku” (letteralmente “albero divino”, n.d.r.), un albero sacro nella foresta vicina. Per il potere della freccia di Kikyo, Inuyasha rimane come congelato in un sonno magico sospeso nel tempo. Ferita a morte dallo stesso mezzo-demone, prima di spegnersi la giovane sacerdotessa raccomanda alla sorella minore Kaede di bruciare la sfera insieme al suo corpo, affinché non possa cadere in mani sbagliate. 500 anni dopo a Tokyo, la studentessa di scuola media Kagome Higurashi abita nell’antico tempio shintoista di famiglia, che sorge proprio vicino al “Goshinboku”. Nel giorno del suo quindicesimo compleanno (in Giappone le medie si frequentano dai 13 ai 16 anni, n.d.r.), mentre sta aiutando il suo fratellino a cercare il loro gatto domestico, Kagome è risucchiata all’interno dell’antico pozzo annesso al santuario da un enorme demone, risvegliatosi misteriosamente dopo mezzo millennio. Così la giovane si ritrova inspiegabilmente trasportata proprio nell’epoca Sengoku. Qui, per una serie di eventi, dovrà affrontare un viaggio alla riscoperta dei segreti della Sfera dei Quattro Spiriti assieme ad Inuyasha, dopo averlo casualmente ridestato dal suo sonno durato cinquant’anni.

Grande classico dei primi anni 2000, “Inuyasha” è basato sull’omonimo fumetto scritto e disegnato dalla celeberrima “Regina dei Manga”, Rumiko Takahashi (autrice anche di “Lamù”, “Maison Ikkoku-Cara dolce Kyoko” e “Ranma ½”, n.d.r.). L’anime è diviso in due serie: la prima composta da sei stagioni e la seconda, intitolata “Inuyasha: The Final Act”, formata da un’unica stagione conclusiva. L’aggettivo perfetto per descrivere questa serie è soltanto uno: completa. Infatti “Inuyasha”, anche e specialmente grazie al fantastico stile di scrittura della Takahashi, ha tutto. Effettivamente azione, dramma, umorismo e romanticismo sono perfettamente inseriti all’interno dell’opera. Parlando, come al solito, dei personaggi, anche in questo caso bisogna dire che la loro caratterizzazione è resa davvero alla grande, così come la cura dei vari rapporti tra essi. Ogni carattere, principale o secondario, interagisce benissimo con gli altri ed è dotato di una personalità complessa, sfaccettata, mai banale e, soprattutto, parecchio realistica. Visione fortemente raccomandata…vedrete che non ve pentirete!

Anche per oggi i consigli sono terminati, ma non temete presto ne arriveranno altri!!!

Cesare Vicoli

  • Assassination Classroom
  • Toradora-comedie-romantique-gratuite
  • Demon-Slayer-Poster-810x1024
  • Inuyasha
  • Komi
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.