Banner Top
Banner Top

Erosione costiera, dalla Regione arrivano fondi

La Regione stanzia un milione e 225mila euro per la difesa della costa, nell’ambito della programmazione per l’annualità 2022, una buona fetta dei quali viene destinata a tre comuni del Vastese alle prese da anni con l’erosione del litorale. Ammonta a 525mila euro la somma in favore di Vasto, San Salvo e Torino di Sangro. Serviranno per mettere in sicurezza i tratti costieri maggiormente a rischio di erosione.

La Regione Abruzzo continua a rivolgere grande attenzione alla difesa della costa ed alla lotta all’erosione”, sottolinea il segretario Umberto D’Annuntiis, “al fine di tutelare l’ambiente e l’importante comparto turistico balneare, intervenendo in maniera concreta sulle criticità che i continui cambiamenti climatici degli ultimi anni stanno accentuando”.

Dei 525mila euro messi a disposizione in base alle segnalazioni fatte dai comuni,  225mila sono per Vasto e 150mila ciascuno per San Salvo e Torino di Sangro.

Al Dipartimento difesa della costa della Regione abbiamo segnalato due punti critici, uno a Vignola e  l’altro più a nord nella parte di litorale antistante il Corsaro. Entrambi sono stati  oggetto di diversi sopralluoghi a cui sono stata presente”, spiega la vice sindaca di Vasto,  Felicia Fioravante, “i fondi ministeriali ripartiti dalla Regione serviranno per tamponare l’erosione in quel tratto di costa. E’ però necessario un intervento strutturale serio nel rispetto del piano costa. Vista la situazione erosiva chiederemo di utilizzare il finanziamento di 3,5 milioni di euro destinati alla costa di Vasto”.

A Vignola, località costiera dove la spiaggia è arretrata di parecchi metri nel giro di dieci anni, creando seri problemi alle abitazioni e alle strutture turistiche presenti in quel tratto di litorale, sono stati effettuati finora diversi interventi, ma ritenuti non sufficienti a risolvere i problemi erosivi che necessitano di un piano organico. I fondi assegnati, pari a 3,5 milioni, serviranno quindi per realizzare opere in grado di garantire una adeguata protezione del litorale dall’azione del moto ondoso, evitando un ulteriore arretramento della linea di riva. Da Vasto  a San Salvo.

“Impiegheremo i fondi stanziati dalla Regione per il ripascimento dei tratti maggiormente erosi, in particolare quelli ricompresi da metà spiaggia verso sud”, fa sapere la sindaca Tiziana Magnacca, “in più abbiamo avanzato richiesta per ulteriori tre milioni di euro da utilizzare per le nuove scogliere”.

Non ha meno problemi Torino di Sangro, dove l’erosione si manifesta in tutta la sua drammaticità in località Lago Dragoni. In quel tratto di costa le onde hanno inghiottito l’ex tracciato ferroviario, impedendo la prosecuzione della pista ciclopedonale della Via Verde,  che proprio in quel punto si interrompe, costringendo i ciclisti a reimmettersi sulla Statale 16 per proseguire verso sud.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.