Banner Top
Banner Top

L’imprenditore Emidio Salvatorelli: “Aiuto gli ucraini in fuga, lì è un inferno”

Emidio Salvatorelli, titolare della Vastarredo dal giorno in cui è scoppiata la guerra in Ucraina si è subito messo in contatto con i titolari delle aziende con cui lavorava fino a 15 giorni fa. Salvatorelli ha infatti una fabbrica in Polonia. “Quando ho sentito che Putin aveva dichiarato guerra all’Ucraina – afferma Salvatorelli – ho chiamato subito i miei fornitori. Le loro famiglie sono scappate in Moldavia e Slovenia. Sono riuscito a portare una famiglia qui a Vasto offrendo ospitalità. Ci sono anche due bambini, ma aspetto altri loro connazionali. Altro non posso fare in questo momento”.

“La mia azienda è a 300 chilometri dal confine con l’Ucraina e ho messo a disposizione sedie e tavoli prodotti in Polonia per i profughi che riusciranno a passare il confine e arriveranno da loro. Sono in continuo contatto con i miei dipendenti in Polonia e stiamo cercando di dare una mano”.

Al momento la fabbrica è al sicuro, ma inizia a scarseggiare la materia prima. “Questa guerra si ripercuoterà su tutti in maniera drammatica. Come detto al momento è necessario prima di tutto aiutare la popolazione in fuga. I miei fornitori non sono potuti partire. Gli uomini devono restare in Ucraina per combattere e mi raccontano momenti drammatici”.

Paola Calvano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.