Banner Top
Banner Top

Vasto, l’ex hotel Paronamic da alloggi a uffici

Gli appartamenti restano invenduti e la ditta proprietaria del fabbricato chiede il cambio di destinazione d’uso di alcune unità immobiliari da abitazione ad uffici. Approda in Commissione “Assetto ed utilizzo del territorio” la proposta della Buysell spa, la società che 15 anni fa acquistò all’asta lo storico Hotel Panoramic  per poi  trasformarlo in un complesso residenziale.

L’organismo consiliare, che il presidente Marco Marra (Pd),  ha convocato lunedì alle 17 nella sala del Gonfalone del Comune, è chiamato a rilasciare il proprio parere ad una serie di pratiche edilizie, tra cui quella relativa al cambio di destinazione d’uso di quattro unità immobiliari poste al pianterreno del fabbricato di via Smargiassi, a pochi metri dalla villa comunale, al centro di Vasto.

Non si prevedono ostacoli nell’iter che culminerà con l’approvazione da parte del consiglio comunale. La richiesta della Buysell ha infatti ottenuto il parere favorevole dei tecnici della sezione urbanistica comunale, i quali sono giunti alla conclusione “che la destinazione d’uso di ufficio è esistente nell’ambito di intervento in cui si colloca l’edificio, che si trova al limite del centro storico di Vasto, all’interno del tessuto urbano della città storica, nel quale sono esistenti le destinazioni di uffici”.

Insomma, la richiesta della ditta, che nel frattempo ha cambiato assetto societario, ha la strada spianata, ma riapre la discussione su una operazione urbanistica che suscitò molto polemiche all’epoca e che a distanza di tre lustri continua a far parlare, anche se per motivi diversi. Se nel 2005, anno in cui la Buysell comprò all’asta l’Hotel Panoramic al prezzo di 2 milioni e 40mila euro, molti contestarono la successiva demolizione dell’albergo – 40 camere con vista golfo – oggi il dibattito verte sui benefici di quella operazione immobiliare, che oltre a privare il centro storico di Vasto di una struttura alberghiera, si è rivelata poco vantaggiosa per i privati.

Sembra infatti che a distanza di 15 anni dalla trasformazione in residence dell’immobile, gran parte degli appartamenti realizzati sia rimasta invenduta. Tale circostanza, secondo le agenzie immobiliari cittadine, sarebbe da addebitare al prezzo a metro quadro delle unità abitative, ritenuto eccessivo rispetto al valore di mercato.  Il cambio di destinazione d’uso di quattro unità immobiliari al piano terra, da abitazione ad uffici, di cui si occuperà lunedì la Commissione consiliare, sarebbe finalizzato proprio a rendere maggiormente appetibili locali che, in caso contrario, resterebbero invenduti.

Nel frattempo molte situazioni sono cambiate, tra cui l’assetto societario della Buysell che nel 2005   aveva come amministratore delegato Nicola Valentini, presidente della Banca Credito Cooperativo della Valle del Trigno. Oggi la società che ha sede a Vasto in via Ragusa, ed ha per oggetto la valorizzazione, la gestione, la locazione e l’alienazione di beni immobili prevalentemente acquisiti nell’ambito delle procedure esecutive, ha come amministratore unico Gilberto Carile e vanta tra i numerosi soci Calogero Marrollo, famoso imprenditore locale e i figli Gianfranco,  Daniela e Antonella. Le quote vanno da un valore  minimo di 11mila euro ad un massimo di 584.500 euro. Il capitale sociale è di 2.670.000 euro.

Anna Bontempo (Il Centro)

  • hotel panoramic 1
  • hotel panoramic
  • hotel panoramic

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.