Banner Top
Banner Top
Banner Top

A “Scrittori in piazza” Beatriz Alejandra Tabaracci con il suo nuovo romanzo “1145. La ricerca”

Oggi 21 luglio, nuovo appuntamento per “Scrittori in piazza” con la scrittrice Beatriz Alejandra Tabaracci che presenta il suo nuovo romanzo,”1145. La ricerca”, edito da Vertigo. Gabriele Carrozzo dialoga con l’autrice in piazza Barbacani, dalle ore 21:30.

Beatriz Alejandra Tabaracci è nata a Buenos Aires il 28 febbraio del 1972, periodo storicamente buio dell’Argentina. Amante di ogni forma d’arte, vive come una eterna turista alla scoperta della vita dedicandosi senza riserve alla sua principale attività: quella di madre. Tra le sue passioni la scrittura. Nel 2014 ha pubblicato 1145. La scoperta, primo capitolo della saga. La scelta del tema narrato evidenzia il viscerale attaccamento alla propria terra natia.

Ricominciare la vita di sempre dopo aver saputo la verità sulle sue origini si rivela, per Cameron, più arduo del previsto: improvvisamente alcuni dettagli che finora aveva ignorato o fatto rientrare nella normalità lo scarso affetto dimostrato da sua madre, la latitanza di suo padre, l’ostilità continua di Leona assumono un significato preciso e lampante. Tanto più in seguito alla morte sospetta di Kid, il suo amato cane pastore, avvelenato durante la sua assenza. Ma questo è solo uno dei tanti momenti difficili che la giovane dovrà affrontare: sarà costretta, suo malgrado, a imparare a fingere alla perfezione, a mentire, ad architettare, con la complicità delle sue “compamiche” e di zia Cinzia, un piano per aiutare Prescott a ritrovare suo padre, piano che la porterà ad attraversare l’oceano per giungere in Italia. Il tutto cercando di mantenere una parvenza di normalità agli occhi della sua famiglia, che continua imperterrita a tenere in piedi una farsa volta a mascherare una verità ancora parzialmente avvolta nel mistero… 1145. La ricerca è il secondo capitolo di una saga avvincente e ricca di colpi di scena, che racconta con coraggio e straordinaria inventiva quanto dure possano essere ancora le ripercussioni di un regime tra i più feroci.

Germana Benedetti

Emanuela Petroro

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.