Banner Top
Banner Top

“Umili e concentrati per evitare brutte sorprese contro il Monticelli”

Tornare a sorridere, con una vittoria. Dopo i due zero a zero consecutivi la Vastese, imbattuta da dieci giornate, domani tornerà nelle Marche per affrontare sul neutro di Monte San Giusto il Monticelli di mister Stallone, vecchia conoscenza del calcio biancorosso. Cinque posizioni e sette punti di differenza in classifica e ma i vastesi non si fidano ripensando anche al pareggio del girone d’andata. Per riabbracciare i tre punti il tecnico Gianluca Colavitto, dopo le tre lunghe giornate di squalifica, potrà nuovamente contare al centro dell’attacco su bomber Umberto Prisco presente nella rifinitura odierna, svolta sul sintetico della 167, insieme a tutto il resto del gruppo.

Mister Colavitto, dopo le tre giornate di squalifica ritrovi al centro dell’attacco bomber Prisco, per l’economia della manovra offensiva quant’è importante il suo rientro?

“Inutile negarlo, per noi è una pedina importante, ci aiuterà molto ma chi, come Galizia e Romano, lo ha sostituito nelle tre partite si è espresso ad ottimi livelli senza far mai rimpiangere la sua assenza”.

Ripensando alle ultime sfide è soddisfatto dei dieci turni di imbattibilità o c’è un pizzico di rammarico per i tre pareggi raccolti nelle precedenti quattro giornate?

“Sono contento delle prestazioni, se a questo punto del campionato siamo una realtà e non più una sorpresa è perché questo gruppo continua a lavorare con grande applicazione, nelle ultime giornate è mancata solo la ciliegina ma ripensando al gioco espresso avremmo sempre meritato la vittoria ma se non arrivano i tre punti il pareggio non va maltrattato perché anche un punticino a fine stagione potrebbe pesare positivamente”.

Domenica scorsa nel secondo tempo della sfida contro il San Marino dagli spalti si sono sentiti alcuni mugugni da parte dei tifosi, te lo saresti aspettato?

“Ad essere sincero no, è stata una delle più belle prestazioni della stagione ecco perché sentire quel coro invocato da uno sparuto gruppo un po’ mi è dispiaciuto, i ragazzi non lo meritavano, magari prendersela con l’allenatore può starci in base alle scelte che fa ma nei loro confronti mi è sembrata una reazione esagerata perché per questa maglia stanno dando tanto dal primo giorno di ritiro”.

Guardando a domani l’ostacolo si chiama Monticelli, fece già una buona impressione nel pareggio di un girone fa all’Aragona, quali potrebbero essere le insidie?

“Rispetto a settembre si sono rinforzati nel mercato dicembrino, nel tridente offensivo dovranno rinunciare a Pedalino ma resta comunque un reparto di assoluto valore pensando ai vari Negro e Iotti, è una rosa di qualità con elementi di gamba, la buona posizione di classifica li farà scendere in campo con assoluta spensieratezza, ecco perché noi dovremo essere umili e concentrati per evitare brutte sorprese, sempre dietro l’angolo in un girone così equilibrato”.

Con il rientro di Prisco e la presenza di tutti gli uomini a disposizione nel reparto offensivo vastese c’è grossa abbondanza, c’è la possibilità di nuove rotazioni o con il centravanti campano agiranno Fiore e Felici?

“Ho fatto le mie scelte, darò continuità schierandolo dal primo minuto a Sasà Galizia, in quest’ultimo periodo in un ruolo non suo si è sacrificato molto, domani sarà uno dei tre del tridente”.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.