Banner Top
Banner Top

San Salvo: entro la fine dell’anno sarà ultimata la bonifica di Bosco Motticce

“La bonifica di Bosco Motticce è un’opera importantissima realizzata da questa Amministrazione comunale a tutela della salute dei cittadini di San Salvo e dell’intero territorio, per garantire a tutti un ambiente sano e salubre. Un impegno che avevo preso con tutta la città e che ora posso dire: siamo riusciti a ultimare”. Lo ha detto il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, nel corso della conferenza stampa tenuta nella discarica di Bosco Motticce per annunciare che entro la fine dell’anno saranno completati i lavori di bonifica del sito, ritenuto dai più una bomba ecologica a poche centinaia di metri dal fiume Trigno.

Noi avevamo già parlato diffusamente della questione (leggi qui), anticipando di fatto quello che è stato rendicontato in conferenza. Si tratta, comunque, di un risultato importante dell’azione di difesa ambientale che può vantare il Comune di San Salvo e il sindaco Magnacca con la sistemazione di un’area di 20 mila metri quadri e utilizzata per conferire i rifiuti urbani sino al 1990. I finanziamenti sono stati ottenuti nel 2013 dalla Regione Abruzzo e la consegna dei lavori, con gara europea, è avvenuta nell’agosto dello scorso anno ed eseguiti dalla Ditta Di Donato di Teramo.

E’ di questi giorni la certificazione dell’Agenzia regionale per la tutela ambientale che conferma come, a seguito di questo intervento completato tra i primi in Abruzzo rispetto al finanziamento ottenuto, siano scomparsi gli elementi inquinanti e il cui costo non ha gravato nemmeno un euro alle tasche dei cittadini di San Salvo.

“E’ vero abbiamo eliminato questa che era definita una vera e propria bomba ecologica, in un sito dove fino al 1990 venivano conferiti rifiuti urbani. Un’area che ha dovuto attendere – ricorda il sindaco Magnacca – lungamente di essere bonificata e solo attraverso l’azione di quest’Amministrazione sono iniziati i lavori nell’estate del 2014, dopo aver ottenuto l’anno precedente il finanziamento per 2 milioni e 150mila euro, a seguito di un lungo lavoro con i competenti assessorati regionali. La conclusione dei lavori, prevista entro la fine dell’anno, sono per noi motivo di grande soddisfazione, soprattutto dopo la comunicazione dell’Arta che attesta come dopo questi interventi nell’area di Bosco Motticce non ci sono più elementi inquinanti”.

I lavori sono stati seguiti dal responsabile del settore Ambiente e Manutenzione, Michele De Filippis.

La nuova sfida dell’Amministrazione comunale è ora quella di poter essere autorizzata a utilizzare le economie fatte nella bonifica di Bosco Motticce per nuove attività di educazione ambientale a vantaggio di tutta la comunità locale.
L’assessore all’Ambiente, Angiolino Chiacchia, ha spiegato i lavori eseguiti sul sito con realizzazione di un diaframma con paratia in cemento armato e fondo di betonite, le successive sagomatura e profilatura e la posa di teloni impermeabili per evitare che il terreno possa cedere. L’area sarà interamente recintata.

All’incontro con i giornalisti erano presenti gli assessori comunali Giovanni Artese e Maria Travaglini e il presidente del Consiglio comunale, Eugenio Spadano.

  • bonifica_Bosco Motticce_01
  • bonifica_Bosco Motticce_02
  • bonifica_Bosco Motticce_03
  • bonifica_Bosco Motticce_04
  • bonifica_Bosco Motticce_05
  • bonifica_Bosco Motticce_06
  • bonifica_Bosco Motticce_07
  • bonifica_Bosco Motticce_08
  • bonifica_Bosco Motticce_09
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.