Banner Top
Banner Top

San Salvo: 25 anni per la bonifica dell’ex discarica di Bosco Motticce…ma ora ci siamo

Entro il 31 dicembre, dunque, dovrebbe essere ultimata la bonifica di Bosco Motticce a San Salvo, uno dei punti cruciali del programma elettorale di Tiziana Magnacca, che proprio in questi giorni ha parlato di questo traguardo anche in risposta alle sollecitazioni dell’europarlamentare Daniela Aiuto, che aveva sollevato la questione delle discariche abusive punite dall’Unione europea.

La Aiuto aveva chiesto alla Regione di dotarsi di un piano regionale che consentisse di accedere ai fondi messi a disposizioni dall’UE per le bonifiche, appello al quale l’Emiciclo ha risposto approvando nell’ultima seduta del Consiglio regionale la risoluzione del M5S che chiede di dare attuazione al Piano che consente di gestire i siti inquinati da bonificare.

In attesa di tutto ciò, però, il comune di San Salvo, dopo venticinque anni, si appresta a salutare la bonifica del sito inserito tra quelli a più alto indice di pericolosità della regione posizionandolo al quinto posto della graduatoria (indice di pericolosità 90,322/100). A dire il vero il locus sansalvese è in buona compagnia nel vastese: basti pensare che l’ARTA posiziona al sesto posto la discarica di contrada Civitella a Torrebruna (90,322/100), al settimo posto quella di località Malvò a San Giovanni Lipioni (90,322/100), al nono la discarica di località Difesa a Celenza sul Trigno (90,322/100), al quindicesimo quella di località Ripa dei morti a Scerni (83,871/100). Due sono i siti anche a Vasto, Vallone Maltempo e contrada Lota, rispettivamente posizionati al 30.mo posto (indice di pericolosità 77,419/100) e al 55.mo posto (70,968/100).

Tutti siti che dovranno essere bonificati al più presto se non si vorranno regalare denari pesanti all’Unione europea, ben 200 mila euro annui per ogni locus che graveranno sui cittadini d’Abruzzo, regione nella quale sono be 155 i siti ritenuti ad alta pericolosità e visti i tempi impiegati per la discarica dismessa di Bosco Motticce c’è poco da stare allegri.

Un iter cominciato con la progettazione dell’intervento nel lontano 1990, anno dal qualene  sono trascorsi altri otto per i primi stanziamenti da parte del Comune per una somma di 420 milioni di lire (euro 216.911,90).

Ben nove anni più tardi, nel 2007, l’Amministrazione targata Gabriele Marchese ha trasmesso il progetto alla Regione con quella caratterizzazione (ovvero l’analisi della natura dei rifiuti) che ne ha consentito l’inserimento nell’anagrafe dei siti contaminati ed altamente pericolosi e, dunque, la possibilità di accesso ai fondi Por Fesr 2007/2013.

Nel 2011 la richiesta di VIA da parte della Regione Abruzzo e nel 2013 la concessione dei fondi necessari dopo la stipula della convenzione datata 26 luglio 2013 tra la stessa Regione, rappresentata dall’allora assessore all’Ambiente Mauro Di Dalmazio, e il Comune di San Salvo nella persona del sindaco Tiziana Magnacca.

Con la determina n. 247 del 06 agosto 2013 il Comune, dunque, approvava il Progetto esecutivo dei Lavori di Bonifica della ex discarica comunale di località bosco Motticce redatto dall’Ing. Giovanni Leve di Chieti Scalo per l’importo complessivo di euro 2.150.000,00 finanziato mediante contributo in conto capitale a valere sul POR FESR Abruzzo 2007 — 2013.

Solo con la determina n, 457 del 27 dicembre 2014 si approvavano i verbali di gara e l’aggiudicazione definitiva dei lavori di bonifica della ex discarica alla ditta teramana Fedele Di Donato con un ribasso sul prezzo posto a base di gara del 38,5810 per cento e, dunque, un importo complessivo contrattuale pari a euro 1.019.472,81. Lavori tuttora in corso e che, dopo una lunga trafila, dovrebbero essere finalmente ultimati entro la fine dell’anno.

L. S.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.