Banner Top
Banner Top

Tuteliamo Piazza S. Pietro, Via Adriatica, Piazza Caprioli

Abbiamo lodato le iniziative realizzate dal neo assessore ai servizi del comune di Vasto, Luigi Marcello, impegnato, come mai prima si è verificato, nell’abbellire piazze e strade della Città. A lui diamo qualche suggerimento affinchè con il suo esemplare attaccamento a Vasto, riesca a dare un miglior decoro in alcune zone della Città che meritano di essere presentate agli ospiti, non solo, ma soprattutto ai cittadini, con aspetti decorosi.

Portale San Pietro1
Portale San Pietro

Piazza San Pietro. Necessita di una sistemazione nel verde pubblico attorno al relitto del portale della diruta chiesa di San Pietro, di cui un chiaro allarme è stato diramato anche a mezzo stampa, perchè minaccia di crollare. Chi è tenuto a salvaguardare e proteggere questo monumento? Il Comune di Vasto, la Regione, la Soprintendenza…? Intanto occorre sistemare l’area verde indispensabile per contenere le pioggia ed i flussi d’acqua che possono deteriorare la piazza e minare ulteriormente la stabilità del monumento.

La Passeggiata Adriatica. Qui si aprono ristoranti all’aperto: va bene. Ma sarebbe opportuno che i gestori proteggano dagli sguardi indiscreti dei passanti, quanti sono intenti a consumare i pasti. E’ questione di privacy come si usa oggi. Basterebbe una protezione mobile e semplice. E che dire delle esalazioni miefitiche provenienti dalle deiezioni dei cani, portati a passeggio, nei piedistalli dei pali di illuminazione? Perché non irrorarli con prodotti repellenti? E’ questione di igiene e salubrità da garantire a quanti frequentano i ristoranti, sottoposti a respirare nauseabondi esalazioni. Riteniamo spetti agli esercenti. Basta poco.

Piazza Caprioli. Lo abbiamo scritto fino alla nausea. È difficile vietare ai fracassoni di abbassare le musiche tambureggianti che turbano la tranquillità dei residenti? Si tratta di educazione civica, quella che i gestori dovrebbero impartire,nel loro stesso interesse, perché sforare i decibel consentiti costituisce reato. Ma in questo campo, purtroppo, le autorità di vigilanza sono latitanti.

 Giuseppe Catania
(noivastesi
)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.