Banner Top
Banner Top

Un nuovo vertice sulla ex Golden Lady. C’è preoccupazione per il futuro di tutti i lavoratori

E’ fissato per domani nella sede della Regione a Pescara un nuovo vertice sulla vicenda ex Golden Lady. Alle 14.30 le organizzazioni sindacali e rappresentanti regionali, con l’assessore alle Attività produttive Giovanni Lolli in testa, si ritroveranno per parlare soprattutto del piano aziendale della Emarc, la nota multinazionale che vanta collaborazioni con i più importanti gruppi automobilistici europei.

Resta, però, il nodo da sciogliere del numero di addetti che verrebbero eventualmente reintegrati se l’operazione andasse in porto che nelle intenzioni della stessa Emarc sarebbero circa 70. Una ipotesi che aveva lasciato alquanto interdetti i rappresentanti sindacali già nell’incontro del 27 maggio scorso, visto che dal provvedimento resterebbero tagliati quasi 300 lavoratori.

“Abbiamo sempre chiesto e continueremo a chiedere una soluzione che ridia lavoro e dignità a tutti i lavoratori”, aveva detto da subito il delegato di Filctem Cgil Giuseppe Rucci, che domani saranno tra coloro ai quali l’assessore Lolli dovrebbe (il condizionale è d’obbligo visto quanto accaduto in questi mesi) un percorso alternativo che porti a nuovi sbocchi occupazionali. Si dovrà, dunque, valutarne la natura, la fattibilità e la congruenza alle esigenze dei lavoratori e dei diritti maturati.

#exGoldenLady
#Emarc
#GiovanniLolli
#vertice in regione

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.