Banner Top
Banner Top

Pollutri, oggi il tradizionale “lancio dei taralli”

Oggi, verso mezzogiorno, a Pollutri, in onore di San Nicola, avverrà il tradizionale “lancio dei taralli” dal Palazzo Del Re. Proprio per mostrare l’infinità generosità di San Nicola, i membri del Comitato della festa di San Nicola, che tradizionalmente sono chiamati “deputati della festa”, si affacciano dal balcone di questo palazzo del paese e si accingono al lancio: solo i più veloci riusciranno ad aggiudicarsi i pani. Il momento è molto gioioso e si svolge in questo palazzo, perché apparteneva a uno dei più importanti signori del paese ed era un punto di riferimento prima che ci fosse il comune. Nei giorni passati le donne del comitato hanno preparato taralli, pupe e cavalli nella casa di san Nicola. Per loro fare i taralli è un quasi un gioco da ragazzi: dopo aver realizzato l’impasto, lavorano dei rotolini di pasta che, poi intrecciano e uniscono per realizzare la tipica forma che conosciamo. Le pupe e i cavalli hanno precisi significati; la pupa simboleggia la prosperità, il cavallo la forza e il lavoro agricolo; probabilmente ci sono dei legami anche con lo stemma del comune di Pollutri, che ha impresso un cavallino rampante. Sempre nel pomeriggio di oggi, vi sarà la processione con la barca di San Nicola, all’interno della quale la statua del santo sarà trasportata in trionfo nell’edicola del paese. La giornata di domani, invece era anticamente nota come la “Giornata del pellegrino” perché i fedeli provenienti dai paesi dei dintorni (Montazzoli, Atessa e Vasto) si riunivano a Pollutri per poi partire di qui a piedi verso San Nicola di Bari. Poche tracce sono rimaste di questa consuetudine, qualche sporadico gruppo proveniente da Vasto intraprende questo percorso, che naturalmente si svolge con i mezzi di trasporto. Domenica, poi, vi sarà la processione di riposizione della statua d’argento in chiesa. Alle radici della forte devozione di San Nicola a Pollutri, c’è un’antica leggenda che narra che la statua lignea di San Nicola del XIII secolo  giacesse abbandonata in una località del Sinello, dove giunsero per caso dei pollutresi che pensarono di caricarla e di portarla nel loro paese. Arrivarono, però, anche dei vastesi che la volevano per la loro città. Per un’improvvisa piena del fiume, non riuscirono ad attraversare il guado, per cui pollutresi e vastesi si misero a discutere sul da farsi. Nel  frattempo, i buoi s’incamminarono da soli verso Pollutri. Da allora, San Nicola si festeggia due volte all’anno, una a dicembre, l’altra a maggio. Sono due date tradizionali, il 6 dicembre, si ringrazia San Nicola per il raccolto dell’anno e l’inizio di maggio, si festeggia la nuova stagione agricola. Quest’ultima data è stata scelta anche per commemorare la traslazione delle ossa del Santo da Mira a Bari. “La maggior parte delle tradizioni legate alla festa di Pollutri, riprendono i riti che si fanno a Bari; per esempio la cosiddetta “barca di San Nicola”, sulla quale si carica la statua del santo, reinterpreta in un paesino dell’entroterra la processione che si fa in mare a Bari”- spiega Don Giuliano Manzi, parroco della chiesa del SS. Salvatore. In tutte e due le feste, si esalta la carità di San Nicola, la sua generosità nello sfamare i poveri e i paesi più bisognosi. Proprio per questo, caratteristica della festa di dicembre è la cottura delle fave, mentre a maggio si impastano i taralli, i cavallucci e le pupe: tutti alimenti semplici e frugali che erano offerti ai bisognosi in nome di San Nicola. Tuttora il Comitato della festa di San Nicola si occupa di distribuire questi prodotti a quanti lo richiedano.

Comitato della Festa di San Nicola

Priore: Zinni Gabriele

Priora: Marrollo Carmela

Vice priore: D’Attilio Luca

Vice priora: Fecondo Carmela

Altri membri:  Carlucci Davide- Montanari Silvia, Cieri Nicolangelo- Marrollo Amalia,D’Attilio Giuseppe- Del Re Concettina,D’Attilio Luca- Bracalante  Valentina, D’Attilio Mario- D’Aurizio Rosa Lucia,Del Re Silvio -Carlucci Eliana, Di Gregorio Donato- Scardapane Grazia, Di Martino Alessio- Di Martino Vittoria,Di Pietro Giovanni-Teti  Eleonora, Ianuario Pasquale-D’Agostino Giulia, Rancitelli Nicola- Di Virgilio Romina, Sambrotta Andrea-Dancona Sabrina, Scampoli Franco,Tittaferrante Michele-Sabatini Elisabetta,Carlucci Antonella, Dell’Orso Angelo, Dell’Orso Carmela,Di Martino Maria,Di Paolo Angela,Di Virgilio Mauro,Graziani Piernicola.

Nausica Strever

  • 2225
  • 2234
  • 2233
  • 2232
  • 2231
  • 2230
  • 2243
  • 2241
  • 2240
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.