Banner Top
Banner Top

Ombrina mare: fermiamo la deriva petrolifera d’Abruzzo

Venerdì 24 aprile alle ore 21.00 presso la Biblioteca Comunale in Piazza Garibaldi a Casalbordino si terrà un incontro pubblico dal titolo “Fermiamo la deriva petrolifera d’Abruzzo“. L’incontro sarà incentrato sulle ragioni del no ad Ombrina Mare 2 e alla deriva petrolifera dell’Abruzzo e dell’Adriatico e della manifestazione del 23 maggio prossimo a Lanciano. Interverranno Augusto De Sanctis (Forum Abruzzese dei Movimenti per l’Acqua) e  Luigi Iasci (A Sud – Zona Ventidue). Dopo il recente parere positivo della Commissione VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale) nazionale al progetto Ombrina Mare 2 la mobilitazione popolare, che due anni fa portò a Pescara oltre 40.000, non si è fermata e anzi si sta rilanciando con una nuova grande manifestazione, che si terrà a Lanciano il 23 maggio, e tante altre iniziative che si stanno organizzando in assemblee ed incontri in tutta la Regione.

Gli abruzzesi hanno già scelto da anni: non vogliono Ombrina e le trivelle ma il Parco Nazionale della Costa dei Trabocchi, il mare pulito, un’economia agroalimentare di qualità, la valorizzazione turistica e culturale del territorio, un modello di sviluppo compatibile con la natura e non accetteranno alcuna decisione imposta dall’alto, arrogante e coloniale, ma al contrario pretendono con forza che siano i cittadini stessi a decidere; la terra e il mare sono patrimonio di tutti, e non dei colossi finanziari, né tanto meno dei ministeri romani, che vorrebbero trasformare la nostra meravigliosa regione, terra dei parchi, in un distretto minerario.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.