Banner Top
Banner Top

Il “cambio divisa” degli infermieri va retribuito

Il “cambio divisa” degli infermieri deve essere regolarmente retribuito. Il tempo impiegato da un operatore sanitario per indossare e per dismettere la divisa pari a dieci minuti prima e dieci minuti dopo del turno va considerato lavoro e quindi deve essere retribuito dal datore di lavoro. Per Enrico Del Villano, rappresentante sindacale Nursind, è una “grande vittoria per l’affermazione di un diritto che la nostra azienda si ostina a non voler riconoscere. Adesso dovrà corrispondere anche gli interessi maturati ai trentadue infermieri che hanno aderito al ricorso.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.