Banner Top
Banner Top

Minoranze contro…L’accusa: tra centrosinistra e Forza Italia un patto della vergogna

Già da qualche mese l’aria intorno al centrodestra vastese ha cominciato a divenire pesante, ma le tensioni si sono acuite ancor di più all’indomani degli ultimi due Consigli comunali nei quali è parsa alquanto evidente una frattura insanabile tra le componenti che occupano i banchi dell’opposizione.
Se quanto accade in Aula non basti, ecco gli affondi, duri, sulle pagine dei giornali locali e non che non lasciano presagire un possibile abbassamento dei toni, ma, anzi, una loro esacerbazione in vista anche di quell’appuntamento nel quale soprattutto l’elettorato moderato dovrà decidere da che parte stare.
Sul banco degli imputati non poteva non finire il gruppo di Forza Italia ormai messo all’angolo da chi non reputa più vi possa essere alcun percorso condiviso (anche se in politica se ne vedono di cotte e di crude). Di qui la nota diramata in queste ore e congiuntamente da Massimo Desiati e Andrea Bischia (PpV), Etelwardo Sigismondi (FdI), Nicola Del Prete e Davide D’Alessandro (Ind.) ovvero di quel fronte che da qualche mese sembra portare avanti un dialogo che potrebbe (il condizionale è d’obbligo) avere uno sbocco anche elettorale e che definisce l’atteggiamento dei forzisti come “un Patto della vergogna!”
“Non c’è altro modo – scrivono i cinque consiglieri – per stigmatizzare ciò che, da qualche mese, va in scena in occasione delle riunioni del Consiglio comunale e delle Commissioni consiliari. E’ ormai acclarata una intesa di fondo tra la maggioranza ed il gruppo consiliare di Forza Italia che si evidenzia in virtù di operazioni, artatamente orchestrate, con cui la maggioranza mira ad indebolire l’attività dell’Opposizione ed a dimostrare divisioni al suo interno; dal canto suo il Gruppo consiliare di F.I. si sforza di rendere visibile la propria presenza, alla ricerca di una ragion d’essere e per motivi di convenienza che una gestione amministrativa consociativa può garantire.
Sono ormai molti gli esempi che non lasciano spazio a dubbi. Dopo i primi quasi quattro anni in cui F.I. ha brillato per la completa assenza dalle attività politico-amministrative comunali, lasciando agli altri gruppi di Opposizione il quotidiano onere di contrastare il malgoverno cittadino, i suoi consiglieri, da qualche tempo, non perdono occasione per avversare le iniziative della minoranza schierandosi per le ragioni del centrosinistra ed arrivando persino a votare, insieme ad esso, più provvedimenti. In altri casi, le loro pur scarse iniziative si sovrappongono, per contenuti, a quelle dei colleghi di Opposizione, nel tentativo di depotenziarne la portata e gli effetti.
Prova ultima, incontrovertibile e non certo unica, sia quella offerta in occasione della vicenda relativa alla richiesta di coinvolgimento del Consiglio comunale circa le problematiche del dissesto idrogeologico del territorio comunale. Alla richiesta in tal senso formulata dai Consiglieri di Opposizione, i Consiglieri di Forza Italia hanno presentato analoga istanza, differente però in alcune parti sostanziali che, così come da loro modificate, determinano un minor impegno dell’Amministrazione. Tale proposta, per di più redatta dagli uffici comunali, d’intesa con la maggioranza stessa, è stata, ovviamente, approvata a differenza della prima”.
L’invettiva diventa ancora più violenta quando si dice “E’ persino con supponenti atteggiamenti provocatori e di sfida nei confronti dei Consiglieri degli altri gruppi di minoranza che si evidenzia il nuovo corso politico dei consiglieri forzisti. Questi ultimi condividono con la maggioranza scelte che nulla hanno a che fare con il bene della città e che, al contrario, son rivolte ad una gestione del potere finalizzata a garantire interessi ben diversi da quelli della Comunità vastese.
Le ragioni di questa nuova e atipica alleanza risiedono nella volontà di perpetuare una gestione amministrativa del Comune tesa alla conservazione di interessi particolari, situazioni che potrebbero, nel futuro, persino trovare riscontro nella formazione di peculiari coalizioni elettorali il cui programma amministrativo nulla avrebbe a che fare con il rilancio economico e sociale di una città che, nel tempo, a causa di un pessimo governo locale, sta perdendo persino le speranze di riscatto.
Riteniamo non sia più il caso di trastullarsi in giochini di potere a fronte delle condizioni di questa nostra bistrattata città ed è per questo che ci determiniamo nel denunciare verità, per alcuni, inconfessabili. Affidiamo alla popolazione vastese le nostre considerazioni, certi che essa saprà giudicare per il meglio e per il suo futuro”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.