Banner Top
Banner Top

Inquinamento da salmonella, il sindaco di Montenero vieta l’uso delle acque del Trigno

trignoEra stato Andrea Venosini, sindaco di Celenza sul Trigno a emanare, il 5 giungo, la prima ordinanza di divieto di utilizzo delle acque del fiume Trigno dopo che erano stati resi noti i dati dell’Arta che evidenziavano quantità pericolose di salmonelle nei campionamenti effettuati tra settembre e dicembre 2013, un ritardo di comunicazione che ha fatto andare su tutte le furie anche gli ambientalisti.

Il problema, però, è ben più serio di quanto si immagini: infatti, con una nota anticipata via fax, i consorzi di Bonifica Trigno-Biferno di Termoli e Sud di Vasto annunciano che nel monitoraggio delle due stazioni di campionamento di Tufillo e San Salvo , è stato evidenziata la presenza di inquinamento da salmonelle. Tale segnalazione ha indotto il primo cittadino di Montenero di Bisaccia, Nicola Travaglini, a seguire le orme del collega di Celenza e a  emanare una ordinanza in cui si vieta l’uso dell’acqua proveniente dagli impianti di irrigazione dei consorzi di bonifica, destinata ad innaffiare ortaggi e frutta destinate al consumo umano, a tutti i proprietari dei terreni ricadenti nel comune da lui amministrato. Una scelta condivisibile dal momento che gli ortaggi possono essere consumati anche a crudo con tutte le conseguenze del caso.

Inoltre, Travaglini ha esortato anche il sindaco della vicina Mafalda a prendere la stessa decisione.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.