Banner Top
Banner Top

7milioni di euro per gli impianti irrigui in Val di Sangro

consorzio-bonifica - 02Sono già 200 le imprese visionate, candidate alla realizzazione dei lavori di completamento e adeguamento funzionale degli impianti irrigui nella Val di Sangro, presentati stamane in conferenza stampa presso il Consorzio di Bonifica Sud – Vasto, alla presenza del presidente dell’Ente, Fabrizio Marchetti, l’assessore alle Politiche agricole della Regione Abruzzo, Mauro Febbo, il sindaco di Paglieta, Nicola Scaricaciottoli, l’ingegner Ugo Vizioli della Tecnoland, che ha redatto il progetto e Nicolino Sciartilli, direttore del Consorzio, nonché responsabile del procedimento.
Per l’assessore Febbo, il progetto, finanziato dal Nuovo Piano Irriguo Nazionale, rappresenta “una risposta a chi, di fronte ai noti problemi dell’Ente, anziché aiutare ha fatto solo polemiche”. L’assessore ha inoltre espresso soddisfazione per il progetto a nome del Governo regionale.
Da parte sua, il presidente Marchetti ha voluto ringraziare l’assessore e la Regione per l’interessamento. “L’Ente, come si sa, non naviga certo nell’oro; al mio insediamento, nel 2010, era già in stato di dissesto, ma con tutte le nostre forze siamo riusciti ad intercettare questo finanziamento da 7 milioni di euro. Il 28 dicembre 2012 sono stati firmati 18 decreti dal Piano Irriguo Nazionale, e il nostro era addirittura il secondo. Con soddisfazione possiamo rivendicare questa grande opera per la quale abbiamo ricevuto i complimenti di tutti i consorziati, anche se ci saremmo aspettati qualche parola di ringraziamento anche dalle organizzazioni che operano per i consorziati”.
Naturalmente soddisfatto anche Nicola Scaricaciottoli, sindaco di Paglieta; proprio il suo Comune, infatti, sarà interessato dai lavori in progetto: “Abbiamo dovuto combattere lo scetticismo della gente che ha etichettato il progetto come la solita promessa politica, ma con soddisfazione oggi possiamo annunciare questa concreta opera per il rilancio dell’agricoltura”.
È stato poi compito dell’ingegner Vizioli spiegare dal punto di vista tecnico la sostanza del progetto che prevede la derivazione idrica dalla traversa di Serranella, sul fiume Sangro, attraverso l’esistente collettore idrico consortile alla destra del fiume Sangro. Le acque irrigue saranno sollevate ad altezza tale da dare pressione sufficiente per l’irrigazione a pioggia. I lavori, per 7 milioni di euro, interesseranno 150 ettari.
“Entro giugno – ha assicurato infine il direttore Nicolino Sciartilli – sarà dato in affidamento l’appalto”. È possibile ipotizzare quindi l’inizio dei lavori tra settembre e ottobre prossimi. La durata dei lavori è stabilita in 420 giorni.

n.l.

  • consorzio-bonifica - 13
  • consorzio-bonifica - 02
  • consorzio-bonifica - 11
  • consorzio-bonifica - 12
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.