Banner Top
Banner Top

Del Casale a Lapenna: io scelgo la compagine amministrativa di cui Tu sei Sindaco

consiglio comunale-sanità - 71 - del casaleNon si è fatta attendere la risposta di Antonio Del Casale alla lettera inviatagli da Luciano Lapenna sulla questione Vasto Viva, ma, soprattutto, sulla necessità di fare chiarezza in merito alla posizione di alcuni esponenti del Partito Democratico che sembrano piuttosto lontani  ormai dalla maggioranza che governa la città, segretario in primis. Del Casale parla di sé quando afferma “Caro Sindaco la mia risposta sintetica è: io scelgo l’impegno per la mia Città, per il Partito Democratico di cui sono Segretario e per la compagine amministrativa di cui Tu sei Sindaco.

La mia breve storia politica parla chiaro: mi sono impegnato nel Partito Democratico ed ho sostenuto con lealtà l’azione amministrativa dal 2011 all’interno del Consiglio Comunale ed ho deciso di sostenerti fin dalle Primarie insieme a tanti coetanei fino al punto, grazie alla loro spinta, di essere eletto consigliere comunale; inoltre con la mia gestione politica Vasto ha visto eletta, dopo primarie aperte, Maria Amato a parlamentare della Repubblica”.

Sulle questioni aperte e le profonde lacerazioni nel partito, Del Casale in parte giustifica le critiche rivolte dal suo partito alla maggioranza di centrosinistra che governa Vasto, pur lasciando intendere la necessità di tornare a moderare i toni e, soprattutto, tornando a rivendicare quello che ormai non sembra più procrastinabile, ovvero una profonda modifica della composizione della Giunta a cominciare dalla quota democratica. “Se il PD registra un malessere sulla lentezza amministrativa – scrive il segretario democratico – questa va segnalata al Sindaco e non può essere letta come azione di tradimento ma come sprone per fare meglio, se da tutto questo rimbalzano alcuni scontri dialettici bisogna trovare il modo per andare oltre evidenziando tutto quello che abbiamo fatto in questi anni come trampolino per fare di più e meglio.

E’ sotto gli occhi di tutti che il PD deve coraggiosamente osare e non voglio farlo sulla pelle del Sindaco bensì  rivedendo quello che non va all’interno della squadra e calibrando gli obiettivi da raggiungere, tutto questo lo sto facendo davanti ai cittadini e sono pronto a stigmatizzare le entrate a gamba tesa che non sono volte a cogliere questi nobili obiettivi; la mia azione è coerente con quello che la cornice nazionale e soprattutto la mia età anagrafica mi impongono di fare.

Scelgo quindi il PD che è portatore di un vero riformismo e di concreto cambiamento e proprio su queste basi l’Assemblea del PD, ed io come Segretario, abbiamo scelto il Sindaco di Vasto in modo che sia il vero artefice di questi sentimenti.”

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.