Banner Top
Banner Top

MotoGP: ad Austin Iannone scatta dalla nona posizione in griglia

foto da motogp.com
foto da motogp.com

Chiuderà la terza fila sulla griglia di partenza del Gran premio degli Stati Uniti Andrea Iannone, che nelle prove sul circuito texano di Austin ha piazzato al sua Ducati Pramac in nona posizione. Ha una moto velocissima il vastese in grado di toccare i 336 Km/h, ma nulla ha potuto contro lo strapotere di un Marc Marquez davvero inarrivabile con un giro stampato in 2’02.773 che ha detronizzato il vecchio record del circuito. Restano soprattutto i problemi di inserimento in curva, ma per Andrea la consolazione di trovarsi a soli 6 centesimi dalla Rossa di Borgo Panigale di Cal Crutchlow e davanti all’altra ufficiale di Andrea Dovizioso per soli 4 millesimi.

Sarà una gara difficile, probabilmente lontana dalle moto giapponesi che, soprattutto nel caso Honda, sembrano avere davvero un passo in questo momento insostenibile per la Ducati nonostante i miglioramenti tangibili anche sul circuito statunitense. Iannone cercherà nuove conferme dopo la sfortunata, ma tutto sommata buona, prova sul tracciato di qatariano di Losail, che, nello specifico, riguardano in primis la capacità di lottare e magari prevalere sui compagni di marca. Lo spettacolo certamente non mancherà. L’appuntamento è alle 14.00 locali, 21.00 ore italiane, per l’accensione del semaforo che darà il via al secondo gran premio stagionale della MotoGp.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.