Banner Top
Banner Top

Filiera commerciale della pesca, controlli a tappeto della Capitaneria

pesce-sequestriNell’ambito di una complessa operazione disposta e coordinata dalla Direzione Marittima di Pescara (Centro Controllo Area Pesca) nella mattinata di ieri si è accertato che uno stabilimento del posto deteneva circa 60 chili di molluschi di vario genere (cozze, vongole veraci, fasolari e ostriche) pronti per la successiva commercializzazione, senza che lo stesso fosse riconosciuto dalle autorità sanitarie quale centro di spedizione/depurazione.
La sanzione amministrativa comminata prevede da un minimo di 5.000 ad un massimo di 30.000 euro oltre al sequestro del prodotto. Infatti, come spiegato dall’Ufficio circondariale marittimo, i molluschi per poter essere commercializzati devono obbligatoriamente transitare da uno stabilimento riconosciuto e conforme alla vigente normativa europea, così da garantirne l’idoneità al consumo umano. L’attività di accertamento ha visto impiegati gli uomini dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vasto in stretta e continua sinergia con il personale appartenente al locale distretto A.s.l. 02 Vasto, Lanciano, Chieti – Servizio Veterinario. Nell’ambito della stessa operazione il personale della Guardia Costiera ha anche deferito all’Autorità Giudiziaria due titolari di aziende del posto, sequestrando circa un quintale di prodotto ittico.
I controlli – annunciano dall’Ufficio circondariale marittimo – continueranno e riguarderanno piccola e grande distribuzione sia all’ingrosso che al dettaglio, ristorazione, mense scolastiche, punti di sbarco, ed anche in mare.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.