Banner Top
Banner Top

Regione: abrogata la legge 43 sulle contribuzioni per gli eventi socio-culturali

Consiglio regionaleIl caso De Fanis è ancora ben lungi dall’essere chiuso eppure qualche effetto sembra averlo sortito e in tutta fretta. La Regione Abruzzo, infatti, ha abrogato l’ormai famigerata legge 43 del 1973 che regolamentava i Criteri e le modalità per la concessione di sovvenzioni, contributi ed ausili finanziari per l’organizzazione, adesione e partecipazione a convegni, congressi ed altre manifestazioni la concessione di contributi; insomma quella norma che consentiva l’elargizione discrezionale di fondi per eventi sociali e culturali. L’emendamento abrogativo è stato approvato all’unanimità e “ricalca fedelmente quello della proposta di legge di riforma che gli uffici avevano predisposto per la Giunta regionale ma che era stato rimandato al mittente l’estate scorsa” ha detto Maurizio Acerbo (Prc), che ha espresso  piena soddisfazione perché il documento approvato era stato presentato dal suo partito e firmato anche dal presidente della VI Commissione consiliare (Politiche europee, internazionali e programmi della Commissione europea) Emiliano Di Matteo.

La proposta di legge prevede l’abolizione della legge regionale 43 del 1973 e una nuova “disciplina  per l’organizzazione di eventi e la concessione di contributi” eliminando l’assoluta discrezionalità dei politici che caratterizza la legge vigente e chiarendo che all’organo di direzione politica spetta il compito di formulare criteri e indirizzi”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts