Banner Top
Banner Top

Gru rubata, un imprenditore la rintraccia quando tutto sembrava perduto

cantiereA volte chi fa da sé fa per tre. Questo antico adagio rende bene l’idea di quel che è successo ad N. B. titolare di un’impresa che noleggia mezzi da lavoro a Monteodorisio. L’uomo si era visto pochi giorni fa archiviare il caso dalla Procura di Salerno sul furto, subito nel 2011 in un cantiere di Casamassima (Ba), di una gru di quasi 2 milioni di euro di valore.

Per fortuna l’imprenditore aveva avviato delle indagini private con  le quali è riuscito a risalire al percorso che il suo mezzo aveva seguito per giungere addirittura in terra d’Africa: prima il trasporto al porto di Salerno, dove è stata preparata la falsa documentazione, poi a quello di Civitavecchia dove attraverso  un cargo della Grimaldi Group era finito a Tripoli e lì era rimasto anche nel corso delle note vicende che hanno portato all’uccisione del dittatore Muammar Gheddafi nell’ottobre di quello stesso anno.

Ma il viaggio di quel costoso quanto ingombrante macchinario non era ancora finito e attraverso un supplemento di indagine si è scoperto che ora si trova addirittura in Egitto nelle mani di un ignaro imprenditore locale che oltretutto non può utilizzarlo in quanto incompleto. Ora la vicenda assume contorni anche ironici, perché il  nuovo possessore chiede che gli vengano dati anche gli altri pezzi, mentre l’imprenditore del vastese chiede la restituzione del mezzo o il pagamento del suo valore in denaro. Intanto la Procura di Salerno ha disposto il sequestro internazionale della gru.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts