Banner Top
Banner Top

“Lavorare e fare più punti possibili per riparlarne fra un paio di mesi”

Mario LemmeInutile nascondere che, dopo la batosta interna con il San Salvo, in casa Vastese 1902 è tornato il sorriso, e che sorriso, per aver vinto sì (1-0, Soria), ma a spese dell’Avezzano che era in serie positiva da ben 51 gare, quasi due campionati. Dal morale sotto i tacchi, insomma, alla gioia di vedere risalire le proprie quotazioni. Ad Avezzano, al termine di quello che da sempre, a Vasto, è considerato un derby sentito, si è vista una Vastese determinata e con tanta voglia di voltare pagina, ma non si esalta mister Lemme: “Il calcio è anche questo e non può girare sempre storto, anche perché ho una squadra che molti invidiano. È innegabile che ci siano stati errori, ma a livello individuale e non di gruppo; questa volta, forse, qualcuno si è lasciato alle spalle quella sorta di paura che bloccava”. Nessuna alchimia o chissà che in seno alla squadra, dunque: “Abbiamo giocato a calcio come sappiamo fare – continua Lemme – con determinazione e convinzione, senza guardare in faccia l’avversario di turno. Battere la squadra candidata alla vittoria finale, insieme al San Nicolò, ci ha fatto comprendere, qualora ce ne fosse stato ancora bisogno, che possiamo tranquillamente disputare il nostro onorevole campionato. Dobbiamo conquistare quanto più punti possibili, così da fare il punto della situazione fra un paio di mesi. Insomma, andiamo avanti per la nostra strada e quello che arriverà in più è tutto di guadagnato, senza sognare troppo”. Coppa Mancini dello scorso anno (4-0 per l’Avezzano) a parte, le due squadre s’incontrarono l’ultima volta in campionato nella stagione 2003/2004 (Serie D): 7 dicembre Avezzano-Pro Vasto (3-2, in gol Lemme e Innocenti), ma il risultato non fu omologato perché, prima della gara, furono aggrediti Gentile, Gioffrè e Rao che, ricoverati in ospedale, non scesero in campo. Il giudice sportivo assegnò il 3-0 a favore dei vastesi allenati da Vincenzo Cosco. Il 18 aprile 2004, il match di ritorno terminò 1-1 con rete di Innocenti. A fine stagione, la Pro Vasto arrivò seconda e fu ripescata in C2 dopo aver vinto i play-off. “Altri tempi, bei ricordi – riprende Lemme che non si esalta più di tanto -. Dobbiamo pensare al presente e restare con i piedi per terra, lavorare ed esprimerci al massimo perché il campionato è lungo”. Il gol di Soria? Realizzato pensando anche al mai dimenticato presidente Dante Marramiero, scomparso il 22 ottobre di vent’anni fa.

 Michele Del Piano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts