Banner Top
Banner Top

Querelle in “rosa” tra D’Amico (Pd) e la Provincia

gruppo_giroEra stato il capogruppo del PD in Consiglio provinciale, Camillo D’Amico, ad affondare i colpi contro l’Amministrazione dell’Ente dopo la presentazione dell’edizione 2014 del Giro d’Italia: nessuna arrivo e partenza in Abruzzo, ma neppure il transito. Per l’esponente democratico le cause sarebbero da individuare in quanto accaduto il 10 maggio scorso, quando si percorreva la tappa San Salvo Pescara.

Le pessime condizioni del manto stradale, che avevano suscitato non poche polemiche anche nelle settimane antecedenti l’effettuazione della tappa, avevano costretto addirittura gli organizzatori a modificare il percorso senza dimenticare le terribili cadute nelle discese del chietino.

Qualche giorno fa D’Amico ha così commentato: “La decisione assunta dalla società organizzatrice del giro ciclistico d’Italia è un brutto colpo all’immagine della nostra provincia ed all’intera regione Abruzzo ma suona anche da severo giudizio all’immobilismo amministrativo di chi in questi anni ha governato questi enti”.

Oggi puntuale è giunta la risposta di chi si è visto puntare il dito contro attraverso una nota “Notizia non vera quella diffusa alla stampa dal Consigliere Camillo D’Amico sulle ragioni dell’assenza dell’Abruzzo dalle più importanti competizioni ciclistiche nazionali, il Giro D’Italia e la Tirreno-Adriatica. La scelta di non passare dalla nostra regione è dettata unicamente dal fatto che gli Organizzatori vanno dove ci sono richieste e risorse economiche reali per affrontare le spese di gestione dell’evento, come risulta nero su bianco dalla risposta del Referente per l’Abruzzo della Gazzetta dello Sport – RSC Organizzazioni Sportive, dott. Maurizio Formichetti, contenuta in una nota indirizzata al Consigliere Camillo D’Amico e inviata anche al Presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantonio”.

E non poteva mancare la controstoccata del numero uno dell’ente provinciale “Ne combina un’altra delle sue il Consigliere Camillo D’Amico all’insegna di Piove Governo Ladro e non perde occasione per fare polemiche pretestuose. Questa volta lo fa confondendo il Giro d’Italia e le altre manifestazioni sportive di rilievo nazionale con i problemi della viabilità che pur ci sono, ma che di fatto non hanno finora ostacolato il passaggio del Giro D’Italia. La manutenzione stradale, ricordo al consigliere D’Amico,  non riusciamo ad affrontarla “grazie” alla gestione allegra delle finanze dell’Ente nella passata amministrazione di cui lui stesso ha fatto parte. Se non avessimo ereditato una situazione finanziaria così disastrata avremmo potuto fare investimenti più consistenti in materia di viabilità”.

Aggiunge l’Assessore allo Sport Tonino Marcello: “Ma anche in questa occasione è stato smentito dallo stesso dott. Formichetti che in materia rappresenta un’autorità. Infatti, solo grazie al suo impegno costante fino ad oggi è stato possibile per l’Abruzzo e per la nostra Provincia essere scenario di importanti competizioni, tra cui il Giro D’Italia e la Tirreno-Adriatica. Le condizioni delle strade abruzzesi rispecchiano quelle nazionali e la penuria di risorse da destinare alla kermesse sportiva è stata registrata anche in altre regioni che purtroppo non saranno toccate dal Giro D’Italia, come il Molise, le Marche, la Toscana”.

I due amministratori di centrodestra concordano, poi, nell’affermare che: “Fermo restando i rientri in termini economici e d’immagine dati dall’attraversamento della “carovana rosa” in Abruzzo, in questo momento qualsiasi opera di viabilità deve essere fatta per migliorare la fruibilità da parte dei nostri cittadini, per coloro che ogni giorno transitano sui circa duemila chilometri di strade provinciali: sono loro che, prima di tutto, hanno il diritto di usufruire di una viabilità sicura, moderna, efficiente”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts