Banner Top
Banner Top

Nonostante i tagli le scuole vastesi sono state messe in sicurezza

È stata l’Aula consiliare “G. Vennitti” ad ospitare la conferenza stampa tenuta stamane dal sindaco Luciano Lapenna e dall’assessore alla Pubblica Istruzione Mario Olivieri alla vigilia della riapertura delle scuole dell’obbligo nella nostra città. È stato il primo cittadino a spulciare le cifre più rilevanti di un mondo in crescita come quello dell’Istruzione a Vasto. Nelle scuole di competenza dell’Amministrazione comunale si è registrato quest’anno un incremento della popolazione studentesca passata dai 3895 alunni del 2012 ai 3944 del 2013 (+1,26%). Il Comune gestisce le seguenti scuole: Ritucci-Chinni, Peluzzo, Incoronata, S. Lorenzo, Vasto Marina, Stirling, Pagliarelli, S. Antonio, A. Polsi per un totale di 54 classi; Spataro e Paolucci per 56 classi; Martella, S. Lucia e Rossetti in tutto 62 classi

Il personale impegnato nelle scuole è pari a 361 insegnanti, 61 sono gli ausiliari, 23 gli amministrativi per un complessivo di 445 persone che lavorano nelle scuole dell’obbligo.

Quindi, il primo cittadino ha parlato delle spese sostenute dal Comune ad eccezione di quelle inerenti l’ordinaria manutenzione. “Nell’anno scolastico 2012-2013 – ha ricordato – il Comune ha speso per i servizi scolastici la cifra di 1.917.896 euro tra cui 602mila euro per il trasporto degli alunni; 551mila euro per le mense scolastiche; 243mila euro per le utenze di luce, gas, telefono; 500mila per il trasporto e l’assistenza specialistica per i 75 disabili. Per i libri di testo per i bambini il Comune ha speso 59.189 euro e 183milòa euro per il servizio di accoglienza nelle scuole e la sorveglianza ai bambini negli scuolabus”.

“Per l’anno prossimo – ha detto Lapenna – prevediamo una aumento nella spesa pari a circa il 10% (circa 200mila euro) in più nel bilancio di quest’anno”.

Infine ha rimarcato come l’intento della sua Amministrazione sia stato sempre diretto a garantire il massimo livello di sicurezza “Obiettivo nostro dal 2006 è quello di rendere sicuri gli edifici scolastici: nessuno di essi era a norma nel 2006, ora ci avviciniamo al 50% di edifici totalmente a norma alla fine del 2013.Per i grandi interventi portati a compimento nel 2013 abbiamo speso 550mila euro per la scuola Martella; 204mila euro per la S. Lucia e completeremo alcuni lavori alla Martella nel 2014 per un importo di 130mila euro. Nei prossimi giorni, invece, approveremo due progetti che riguardano la scuola Ritucci-Chinni  e l’Incoronata per un importo rispettivamente di 296mila euro e 220mila euro e questo nonostante la drammaticità delle finanze del Comune  il grande impegno nostro per dare ai nostri  ragazzi e al personale scuole di livello all’altezza delle responsabilità che ci toccano”.

Non poteva mancare una chiusura dedicata ai tagli che il mondo della scuola ha dovuto subire pesantemente in questi anni “Per quanto riguarda i servizi credo che la scuola di Vasto sia una scuola di eccellenza per i servizi che riusciamo ancora a dare in un momento di tagli terribili che hanno pressoché azzerati i contributi di altri enti sovracomunali. Noi riusciamo a fare questo con quasi il 100% delle risorse comunali.

Ci auguriamo che con gli ultimi provvedimenti varati dal governo con il Decreto del Fare  si possano avere dei finanziamenti per le opere ultime che sono in approvazione

È bene chiarire – ha chiuso il primo cittadino -anche per non fare allarmismo che per essere in ordine in merito alla sicurezza una scuola ha bisogno di ben 23 certificazioni. Per quelle che non hanno il 100% delle certificazioni abbiamo tolto quelle insicurezze che destavano gravi preoccupazioni”.

L’assessore alla Pubblica Istruzione Mario Olivieri ha sottolineato come “abbiamo dedicato una particolare attenzione al problema scuola e fatto un monitoraggio di tutte le scuole ascoltando tutti i dirigenti e toccando con mano tutto quello che era necessario. Abbiamo cercato di soddisfare ogni richiesta e oggi siamo fieri e orgogliosi perché abbiamo fatto un ottimo lavoro dentro e fuori gli istituti”.

Per Ignazio Rullo “Non abbiamo trascurato niente andando incontro a tutte le necessità e le richieste soddisfabili. Quest’anno abbiamo condizioni di sicurezza premianti  e in pochissimo tempo abbiamo riadattato la scuola A. polsi con un intervento di alta tecnologia mirato e non invasivo con la quale siamo riusciti a dare una sicurezza statica all’edificio che l’anno scorso ha dato non pochi problemi.  L’Amministrazione ci  ha pungolato e ha preteso talvolta anche a muso duro interventi puntuali.

Inoltre stiamo attivando un percorso per portatori di handicap alla scuola dell’Incoronata nonostante che la struttura per sua natura non lo consentirebbe.”

In merito a quanto preannunciato dal sindaco Lapenna sui lavori in via di approvazione “La delibera di Giunta regionale – ha detto il dirigente Vincenzo Marcello – che stabilisce i criteri di assegnazione dei contributi stanziati dal Decreto del Fare è del 2 settembre. Noi entro il 15 stiamo predisponendo gli atti per una spesa di 800mila euro per la messa in sicurezza delle scuole Ritucci-Chinni e Incoronata”.

Luigi Spadaccini
(spadaccini.luigi@alice.it)

  • apertura scuole-conferenza stampa-2
  • apertura scuole-conferenza stampa
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts