Banner Top
Banner Top

Sorpreso a innaffiare piante di marijuana, arrestato un 50enne di San’Eusanio del Sangro

immagine dimostrativa
immagine dimostrativa

Venti piante di canapa indica coltivate a due passi del Fiume Aventino, in località Piana del Molino, sono state scoperte e poste sotto sequestro, ieri sera, dai Carabinieri della Stazione di Casoli. In manette, con l’accusa di coltivazione di sostanze stupefacenti, è finito il proprietario della piantagione, R.M., 50enne già noto alle Forze dell’Ordine, sorpreso dagli uomini dell’Arma proprio mentre era intento ad innaffiarla. La scoperta è stata possibile grazie ai servizi perlustrativi che, quotidianamente, i militari dell’Arma attuano nel territorio del Comune di Casoli. L’uomo, infatti, era riuscito a realizzare la sua piantagione in un luogo impervio, circondato da vegetazione ad alto fusto e quindi non visibile dalla strada e allo sguardo indiscreto dei passanti. Una zona non di rado frequentata dai bracconieri che, per giorni, i militari hanno tenuto sotto controllo al fine di individuare il proprietario delle piante. Ieri sera, approfittando del buio, il 50enne ha raggiunto la località e proprio mentre si apprestava ad innaffiare la sua piantagione è stato bloccato dai Carabinieri che lo attendevano. Nella sua abitazione di Sant’Eusanio del Sangro i militari dell’Arma hanno poi rinvenuto anche 70 grammi di semi di cannabis, 60 grammi di marijuana già essiccata ed un bilancino di precisione. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria l’uomo è stato associato alla casa circondariale di Lanciano.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts