Banner Top
Banner Top

Gli amministratori locali invocano l’incostituzionalità della legge elettorale regionale

enrico di giuseppantonioAvevamo annunciato già nei giorni scorsi che sarebbe stato uno degli argomenti scottanti di queste settimane politiche soprattutto in Regione dove ormai è iniziata la lunga corsa alle elezioni. Oggi, è tornato a riunirsi il Consiglio regionale e nei punti all’Ordine del giorno figurava anche il progetto di legge che ha per oggetto le modifiche alla legge regionale 30 dicembre 2004, con disposizioni in materia di ineleggibilità, incompatibilità e decadenza dalla carica di consigliere regionale, quella che sancisce che per potersi candidare all’Emiciclo presidenti e assessori provinciali devono prima dimettersi. Una posizione che ha fatto andare su tutte le furie gli amministratori locali anche alla luce del possibile accorpamento delle Province. E ieri la rabbia di Enrico Di Giuseppantonio, Guerino Testa e Antonio Del Corvo è uscita fuori come non mai nella conferenza stampa in cui hanno deciso di sollevare anche un problema di incostituzionalità delle norme rimettendo sul piatto della bilancia la proposta approntata dal Consiglio delle autonomie locali che, di fatto, prescrive il rinvio delle dimissioni da presidente della Provincia o da assessore al momento successivo all’eventuale elezione in Regione. I 3 presidenti di province abruzzesi hanno poi ricordato la sentenza 120 della Corte Costituzionale sull’Incompatibilità tra la carica di parlamentare e quella di sindaco di un comune con popolazione superiore a 20 mila abitanti che sancisce l’incostituzionalità dell’ineleggibilità se prevista dal basso verso l’alto. Tant’è che si è parlato anche di un possibile ricorso al TAR. Un’eventuale modifica alla legge regionale potrebbe aprire la strada alla candidatura di molti amministratori locali anche vastesi e, perché no, anche del primo cittadino, pure se ha sempre sostenuto di voler portare a termine il proprio mandato quinquennale, andando così ad acuire le già molteplici frizioni generatesi nella fase post-elettorale all’interno del centrosinistra.

Luigi Spadaccini
(spadaccini.luigi@alice.it)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts