Dal palco del Politeama Ruzzi, tra i candidati delle otto liste che sostengono la sua candidatura a presidente, Giovanni Legnini spiega per sommi capi il suo programma elettorale, non lesinando frecciatine ai suoi avversari politici e sottolineando come “non si era mai vista tanta concentrazione di ministri che sono venuti in Abruzzo senza prendere impegni e senza individuare soluzioni”

Vasto, un bagno di folla per Giovanni Legnini

legnini

Vuole fare dell’Abruzzo la Regione “sostenibile d’Europa”, convinto com’è che il rispetto per l’ambiente si possa coniugare con gli insediamenti produttivi, liberare le Asl dagli appalti centralizzando alcune funzioni, ma soprattutto scrivere “una pagina di buona politica”.

Dal palco del Politeama Ruzzi, tra i candidati delle otto liste che sostengono la sua candidatura a presidente, Giovanni Legnini spiega per sommi capi il suo programma elettorale, non lesinando frecciatine ai suoi avversari politici e sottolineando come “non si era mai vista tanta concentrazione di ministri che sono venuti in Abruzzo senza prendere impegni e senza individuare soluzioni”.

C’era il popolo della sinistra ieri ad attendere l’arrivo dell’ex vice presidente del Csm salutato al suo ingresso nella sala da un fragoroso applauso che per qualche minuto ha ovattato le note di una celebre canzone di Freddie Mercury.

Nell’insolita veste di presentatore il sindaco Francesco Menna che ha tratteggiato un breve profilo dei candidati presenti sul palco senza lesinare battute e definito Legnini “il miglior figlio della politica”.

Ci sono Antonio Turdò, Ernesto Sciascia, Paola Cianci, Lina Marchesani, Silvana Corsi, Francesca Cordisco, Gabriella D’Angelo, Fabio Travaglini, Roberta Nicoletti, Andrea Ritenuti, Natascia Cupaiolo e Carlo Moro, candidati nelle otto liste che sostengono l’ex vice presidente del Csm.

In prima fila, nei posti riservati, c’è anche l’eurodeputata Daniela Aiuto a cui il candidato alla presidenza della Regione riserva un saluto personale sottolineando di “avere apprezzato il lavoro che sta facendo al Parlamento europeo e il coraggio nel denunciare alcuni fatti che connotano il Movimento 5 stelle”.

“Il mio progetto vuole andare al cuore dei problemi”, spiega Legnini, “ho constatato in questi anni un progressivo distacco della istituzione regionale dai cittadini. Dobbiamo accorciare la distanza. Ridare nobiltà alla partecipazione, fare leggi organiche e chiare, allargare le opportunità di lavoro. Si parla molto di sanità, si invocano soluzioni alternative, si chiede di cambiare un po’ di cose. Poi arriva la ministra Grillo e alla domanda di un giornalista se è intenzione del Governo rimettere mano alla revisione della rete ospedaliera non sa rispondere. E non dice nulla sul riparto del fondo relativo alla edilizia sanitaria. Non un impegno. Eppure”, continua Legnini, “ci sono 228 milioni di euro bloccati per un parere della Commissione tecnica del Ministero della salute, una mera questione burocratica”.

Da Abruzzo a regione verde d’Europa a “Abruzzo regione sostenibile d’Europa”. Per l’aspirante presidente “le bellezze naturali si possono coniugare con gli insediamenti produttivi e i conflitti vanno risolti con una composizione. E’ possibile ma bisogna lavorarci”. Riserva un passaggio a Vasto “città delle riserve, già ampiamente valorizzate”.

“Le Asl? Le quattro aziende provinciali devono restare, non sono d’accordo sulla Asl unica, ma alcune funzioni vanno centralizzate”.
Porto di Ortona e porto di Vasto? Basta con le diatribe, vanno potenziati entrambi. Ma per realizzare il suo programma “occorrono chiarezza negli obiettivi e indipendenza da condizionamenti esterni, anche quelli legati alle appartenenze politiche. Lasciate perdere i sondaggi che vengono agitati a sproposito e aiutatemi a scrivere una pagina di buona politica”.

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *