Banner Top
Banner Top

L’ex asilo Carlo Della Penna verso la demolizione, Fioravante: “Sarà realizzato così com’è”

Verrà demolito e ricostruito, ma conservando la struttura originaria e gli elementi architettonici che lo caratterizzano. Parte da questa premessa la ristrutturazione dell’ex asilo Carlo Della Penna, donato negli anni Cinquanta dall’omonimo mecenate vastese. Nei giorni scorsi sono stati consegnati i lavori alla ditta Fossaceca di Roccaspinalveti che si è aggiudicata l’appalto da tre milioni di euro, fondi finanziati con il Pnrr.

In queste ore l’impresa sta svuotando la struttura che, oltre ad essere stata abbandonata per decenni, è stata oggetto a più riprese di raid vandalici, come si può facilmente evincere dalle condizioni dei locali interni e dalle numerose scritte sulle pareti.

La demolizione dell’ex asilo comincia lunedì”, spiega l’assessore ai lavori pubblici, Licia Fioravante, “l’intervento di demo-costruzione si è rivelato l’unica strada praticabile considerato lo stato dell’edificio, oggetto di numerosi sopralluoghi tecnici. La ditta è già al lavoro per procedere alla demolizione della preesistente struttura e dare vita alla nuova che conservera’ la stessa forma e gli stessi elementi architettonici. Mi riferisco al grande pannello in bronzo presente sulla parete frontale esterna, alla fontana e alla vetrata dipinta. Restituiremo decoro e vita ad una struttura molto cara a Vasto e a tutti i vastesi”, conclude la vice sindaca che coglie l’occasione per ringraziare i tecnici del settore lavori pubblici per l’impegno profuso.

Anche se iniziati con notevole ritardo sulla tabella di marcia – l’appalto è stato aggiudicato a luglio 2023 – l’allestimento del cantiere e il via vai di operai e tecnici sono stati accolti con grande favore dalla cittadinanza. L’ex asilo Carlo Della Penna è molto caro ai vastesi e vederlo completamente in abbandono era spesso motivo di polemica.

L’edificio, sulla cui sorte sta vigilando da anni l’omonimo Comitato composto da Davide Aquilano, Carlo Centorami, Michele Celenza e Mercurio Saraceni, sarà destinato a Polo dell’Infanzia, nel rispetto della donazione fatta al Comune dal mecenate vastese. Ospiterà 120 bambini della scuola dell’infanzia e 50 dell’asilo nido. La struttura conserverà la forma originale, quindi con lo stesso ingombro della struttura attuale e sarà “Nearly zero energy building”, cioè ad alte prestazioni energetiche, con pannelli solari e tetto in legno. L’attuale fabbricato, oggetto a più riprese di raid vandalici ed in totale abbandono da decenni, è arricchito da un grande pannello in bronzo presente sulla parete frontale esterna, opera dello scultore Ennio Manfrini, raffigurante “Il trionfo del lavoro”, che il Comune si è impegnato a recuperare.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com