Banner Top
Banner Top

Vasto, Cagnazzo dai domiciliari finisce in carcere

Il gip del tribunale di Vasto, Fabrizio Pasquale ha deciso di accogliere la richiesta formulata dal pubblico ministero Vincenzo Chirico durante l’udienza di convalida dell’arresto. Di conseguenza, è finito in carcere Massimiliano Cagnazzo, il cinquantenne di origine salentina accusato di tentata estorsione ai danni di un imprenditore vastese.

A scriverlo, stamane, sulla pagina di Vasto, è la collega del Centro Paola Calvano.

L’accusato si trovava ai domiciliari. La decisione è contestata dal difensore dell’indagato , l’ avvocato Massimiliano Baccalà.

” Ho depositato al tribunale del Riesame “, fa sapere l’avvocato ” un ricorso contro l’ordinanza applicativa della custodia in carcere decida dal gip “.

Secondo le accuse per due mesi, il cinquantenne avrebbe minacciato un imprenditore vastese cercando di estorcergli del denaro , con l’aggravante di essersi finto amico della vittima . Telefonate anonime e sms di minacce con richieste di denaro da utenze sconosciute erano cominciate ad arrivare alla vittima nel mese di ottobre.

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com