Banner Top
Banner Top

Sarta uccisa con una pugnalata a Gissi. Il Ris avvia l’esame dei reperti

Annunciato ieri a Roma dai Ris , l’avvio dell’analisi dei reperti acquisiti a fine dicembre a Gissi nella casa in cui è stata uccisa Carolina D’Addario, 84 anni. All’esame della Scientifica anche i reperti raccolti a casa del presunto omicida, Giovanni Flavio Meo. 59 anni.

A scriverlo, stamane, è la collega del Centro Paola Calvano.

Sull’omicidio, indagano entrambi i pm di Vasto, Vincenzo Chirico e Silvia Di Nunzio.

“Gran parte dei reperti recuperati dai Ris – scrive stamane Paola Calvano – sono stati prelevati nella stanza che l’anziana donna usava come laboratorio di sartoria . In quella stanza gli investigatori hanno trovato oltre ad evidenti tracce ematiche , anche impronte e capelli. Da repertare anche l’abito che la vittima indossava quando è stata ferita a morte con una coltellata e la maglietta sporca di sangue di Meo . Attraverso le tecniche più moderne nella ricerca del Dna , gli investigatori hanno già ricostruito sommariamente la scena del delitto. Gli esami , che saranno compiuti nella capitale,aiuteranno gli investigatori a ricomporre il puzzle.”

I militari del Reparto investigazioni scientifiche dell’Arma dei carabinieri si sono riservati di consegnare i risultati fra 60 giorni . Per il momento la casa di Carolina D’Addario resta sotto sequestro. L’avvio delle perizie è stato notificato al legale dell’accusato , l’avvocato Luigi Masciulli e ai legali che rappresentano i familiari della vittima , gli avvocati Alessandro Orlando e Agostino Chieffo.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com