Banner Top
Banner Top

Le nuove vie della Linea Gustav sono vie di Pace

 

Si è concretizzato ieri con la firma di un protocollo d’intesa tra Gal Costa dei Trabocchi, Gal Maiella Verde e Parco Nazionale della Maiella – negli spazi dell’Aurum La Fabbrica delle idee a Pescara – un percorso di lavoro che ha portato ad unire le forze per realizzare un progetto a più voci sul tracciato della Linea Gustav che prevede la realizzazione di una rete di percorsi ciclabili e pedonali al fine della valorizzazione turistica e di ulteriore sviluppo del territorio.

Viviamo nell’epoca della Rete e per questa ragione siamo tutti punti di una Rete, il modo migliore e oggi, anche necessario, per capitalizzare al meglio e al massimo ogni idea, ogni progetto, ogni risorsa economica disponibile. In questa ottica e in questa direzione agiscono i tre Enti protagonisti della firma del protocollo d’intesa, che hanno il loro raggio d’azione e d’interesse su territori confinanti e che si sovrappongono. L’accordo che i tre Enti stipulano oggi sancisce la collaborazione per sviluppare al meglio progetti in itinere che “lavorando insieme” possono maturare interessanti sviluppi per il territorio.

Il Parco nazionale della Maiella sta lavorando alla realizzazione del Cammino della Via Gustav, un percorso pedonale che si integra perfettamente con due progetti già realizzati sulla stessa area da parte degli altri due Enti che oggi sottoscrivono, congiuntamente, questo accordo.

Il Gal Costa dei Trabocchi ha già realizzato oltre 300 chilometri di percorsi ciclabili sulle colline prospicienti la costa mentre il Gal Maiella Verde sta realizzando una rete di percorsi ciclabili che copre parte del territorio non ancora raggiunto da tali infrastrutture.

In ragione di ciò, ovvero del lavoro che i tre Enti stanno realizzando su un’area vasta con molti punti di contatto, hanno deciso di adottare la Linea Gustav, la sua storia, i suoi tracciati, come filo conduttore per creare un’offerta turistica che includa tutti questi tracciati. Partendo dalla storia e dunque dal sacrificio di molti giovani provenienti da tutto il mondo che si sono battuti per la libertà di cui ognuno di noi gode oggi, svilupperanno azioni positive tramutando la narrazione negativa in una positiva.

Lucio Zazzara, presidente Parco Nazionale della Maiella: «La sottoscrizione di questo accordo consolida la vocazione del Parco Nazionale della Maiella di pensare alla propria attività promozionale inserita in un sistema integrato sull’intero territorio regionale. Con l’accordo nasce la prima offerta turistica strutturale e coordinata che unisce la Maiella alla costa adriatica anche con un sistema di mobilità sostenibile. La vicenda storica della Linea Gustav diviene così una moderna chiave di lettura dei valori naturalistici, storico-artistici e tradizionali presenti tra la Maiella orientale e la Costa dei Trabocchi».

Tiziano Teti, presidente Gal Maiella Verde: «L’intesa rappresenta un primo passo importante per promuovere un rilancio turistico, storico e paesaggistico della parte centrale della provincia di Chieti ripercorrendo un periodo storico unico e importante nella storia italiana. Infatti, basandosi sul percorso della Linea Gustav, mette in connessione i tanti piccoli interventi che stiamo realizzando, insieme alle comunità locali, per sviluppare il sistema dei cammini, creare la rete cicloturistica, migliorare la qualità dell’informazione turistica, la fruibilità dei principali punti di interesse e la reputazione degli attrattori enogastronomici. Si tratta di una collaborazione strategica a cui, oltre al Gal Maiella Verde, al Gal Costa dei Trabocchi, e al Parco della Majella, auspico si uniscano presto tanti altri attori del territorio».

Roberto Di Vincenzo, presidente Gal Costa dei Trabocchi: «Siamo soddisfatti per aver raggiunto questa intesa con il Parco nazionale della Maiella e il Gal Maiella Verde, perché sostanzia una linea di lavoro che abbiamo adottato da tempo: lavorare insieme per lavorare meglio e in maniera più proficua per lo sviluppo del territorio. Il progetto, Le Vie della Linea Gustav, si estenderà, nel corso degli anni, nei territori del Lazio, fino a raggiungere Anzio. Oltre alla realizzazione fisica dei percorsi e delle ciclovie, sarà la narrazione di storie di solidarietà, la descrizione dei luoghi di battaglia, la valorizzazione dei patrimoni artistici, enogastronomici e naturali. L’aspirazione è quella di trasformare un evento drammatico, la sofferenza di tante famiglie e la morte di tante persone giovani, in una speranza di pace e fratellanza per l’oggi e per il domani, assecondando un desiderio di pace sempre più forte e presente che accomuna tanti popoli. Il nostro progetto si chiamerà Le Vie della Pace».

Francesco Menna, presidente della Provincia di Chieti: «L’idea di collegare attraverso un itinerario che valorizzi anche la storia del territorio compreso tra la splendida Costa dei Trabocchi e le aree interne fino al Parco nazionale della Maiella è un obiettivo ambizioso cui tutte le forze sociali, amministrative, politiche del territorio devono tendere per dare all’Abruzzo l’ennesima occasione di sviluppo sostenibile. La firma di questo protocollo è un primo passo importante che va nella direzione individuata dalla Provincia di Chieti che ha ideato, progettato e realizzato la Via Verde Costa dei Trabocchi proprio per valorizzare le meraviglie e la cultura del territorio attraversato. Auspico il pieno coinvolgimento e la partecipazione attiva dei Comuni e dei territori interessati dalla Linea Gustav, affinché questo progetto possa essere valorizzato attraverso le comunità che custodiscono questi luoghi così ricchi di storia e cultura. Ringrazio tutti gli attori coinvolti attivamente in questo progetto che intende proporre un turismo lento e sostenibile, rispettoso dei luoghi e degli eventi storici».

Daniele D’Amario, assessore al Turismo della Regione Abruzzo: «La nuova offerta di valorizzazione turistica della Linea Gustav ha forti elementi innovativi che permettono di porre sul mercato nazionale un prodotto dalle indiscusse potenzialità, oltre al fatto che proposta interseca quella ormai consolidata della Costa dei Trabocchi sulla quale la Regione sta investendo molto in termini di immagine e promozione. Le Nuove Vie della Linea Gustav toccano i punti centrali della nostra strategia di promozione legata a doppio filo con il turismo lento fatto di percorsi pedonali e ciclabili. Questa ricchezza ci permette di stare sul mercato nazionale ed europeo con prodotti innovativi destinati a rendere allettante la proposta abruzzese».

Il prossimo 18 maggio, in occasione della manifestazione Art Bike & Run + Wine, che si svolgerà a Fossacesia marina (Ch), ci sarà l’inaugurazione di circa 200 chilometri di percorsi cicloturistici, un tragitto che partendo dal cimitero militare britannico di Torino di Sangro e dal cimitero militare canadese di Ortona attraverserà i territori del Sangro e sarà completato con la realizzazione del primo tratto del Cammino della Via Gustav.

Il 18 maggio di ottant’anni fa la Linea Gustav venne espugnata consentendo l’avanzata delle truppe alleate e in questa stessa occasione ci sarà la presentazione del progetto complessivo con l’inaugurazione dei percorsi.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com